Probabili formazioni/ Juventus-Atalanta: gli assenti (36a giornata Serie A)

- La Redazione

Probabili formazioni Juventus-Atalanta. Dopo la semifinale di Europa League la Juventus torna in campo questa sera, alle ore 21.00, per il posticipo del lunedì contro l’Atalanta

conte_champions_fari
Antonio Conte, allenatore Juventus (Foto Infophoto)

La Juventus festeggia lo scudetto vinto aritmeticamente ieri sera: allo Stadium si gioca Juventus-Atalanta e i bianconeri possono giocare a pieno organico, perchè nelle probabili formazioni non compaiono assenti. L’unico dubbio riguarda Arturo Vidal che non si è del tutto ripreso dalla botta al ginocchio rimediata a Napoli, ma il cileno sarà regolarmente in panchina potendo magari fare una passerella finale e provare a segnare il dodicesimo gol in campionato. L’Atalanta sta decisamente peggio: deve infatti rinunciare al suo playmaker Cigarini, a Cazzola e al difensore centrale Stendardo, peraltro un ex della partita avendo giocato per sei mesi con la maglia della Juventus. Ha un problema al tendine d’Achille Marko Livaja, che non avrebbe comunque giocato dopo essersi preso a male parole con un tifoso via Facebook.

La Juventus scenderà in campo questa sera alle ore 21.00. Sarà una vera festa allo Juventus Stadium visto che la Vecchia Signora è già matematicamente campione d’Italia 2013-2014 dopo la clamorosa sconfitta della Roma al Massimino di Catania. Nel contempo gli sfidanti dell’Atalanta non hanno più nulla da perdere né da conquistare, essendo già ampiamente salvi ma lontani dalla zona Europa League, e di conseguenza è probabile che si verifichi un match scoppiettante con diverse marcature.

Ecco le parole dell’allenatore della Juventus, Antonio Conte, nella conferenza stampa di ieri mattina. Dichiarazioni che sono arrivate naturalmente prima della vittoria dello scudetto: «L’importante è vincere. Con il Bari mi è capitato di festeggiare la promozione davanti alla tv. Occhio all’Atalanta, non ci si fa mai l’abitudine a vincere il terzo scudetto consecutivo, sarebbe storico e fantastico, solo nel quinquennio con Carcano 5 era capitato, In precedenza solo grandissimi allenatori e squadroni non ci sono riusciti, sono realista, se non ho la cosa in mano, non festeggio e non esulto. Chi ci affronta – ha concluso Conte – non è mai contento. Dal punto di vista economico c’è difficoltà ad acquistare giocatori, difficoltà anche a prendere quelli da 15 milioni per quello che ci riguarda. I tecnici italiani sono molto ricercati all’estero: Capello, Lippi, Mancini, Spalletti, ci sarà anche un motivo». Per quanto riguarda le probabili formazioni, non è da escludere un po’ di turnover visto il campionato già in bacheca. Conte starebbe comunque pensando di mandare in campo un 3-5-2 con davanti la coppia titolare Tevez-Llorente. A centrocampo Vidal sembra destinato al riposo visti i continui problemi al ginocchio e al suo posto giocherà Marchisio. In difesa, infine, spazio al rientrante Barzagli che prende il posto di Caceres.

La panchina dei bianconeri sarà formata da: Storari, Caceres, Ogbonna, Peluso, Isla, Vidal, Padoin, Pepe, Giovinco, Vucinic, Quagliarella, Osvaldo. Caceres torna in panchina dopo la partita di Europa League contro il Benfica. Solita panca anche per il poker di attaccanti Giovinco, Vucinic, Quagliarella, Osvaldo. Infine, out dall’11 titolare Arturo Vidal per precauzione. L’aver già vinto lo scudetto permetterà comunque di vedere in campo qualche giocatore che negli ultimi tempi ha giocato meno, sempre ricordando che il record dei 100 punti è dietro l’angolo e certamente Conte vorrà provare a centrare anche quello.

Nessuno squalificato in casa Juventus né infortunato. L’unico in dubbio è Arturo Vidal, che soffre ancora del solito quanto fastidioso problema al ginocchio e potrebbe essere risparmiato in vista della partita contro la Roma.

CLICCA SUL PULSANTE > QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE PROBABILI FORMAZIONI JUVENTUS-ATALANTA, ULTIME NOVITÀ (36A GIORNATA SERIE A)

Ecco le parole dell’allenatore dell’Atalanta, Stefano Colantuono, durante la conferenza stampa pre-gara di ieri: «Dovremo giocare la gara perfetta per infastidire i bianconeri: non ci stiamo a recitare il ruolo della vittima predestinata. Niente esperimenti: schiererò i migliori col collaudato 4-4-1-1. Daremo il massimo, come sempre. Tutti partono nettamente sfavoriti contro questa grande squadra e l’enorme vantaggio in campionato sulla Roma lo dimostra. Chi non vorrebbe fare un punto allo ‘Stadium’?». A livello di formazioni, mister Colantuono dovrà fare a meno dello squalificato Cigarini, sostituito in mezzo al campo dal talentuoso Daniele Baselli. Convocato Estigarribia anche se l’esterno sudamericano partirà dalla panchina, con Raimondi dal primo minuto. In attacco, spazio al solito Denis supportato alle spalle da Maxi Moralez. In difesa, coppia di centrali Yepes-Lucchini.

 La panchina nerazzurra per il match di questa sera sarà occupata da: Sportiello, Frezzolini, Nica, Scaloni, Lucchini, Bellini, Del Grosso, Estigarribia, Migliaccio, Kone, Bentacourt, De Luca. Fra i giocatori spicca senza dubbio Estigarribia, di solito titolare ma out per via degli acciacchi degli ultimi giorni. In panchina va anche De Luca, a cui Colantuono preferisce Moralez.

L’allenatore dell’Atalanta, Stefano Colantuono, dovrà fare a meno dello squalificato Luca Cigarini, nonché dei tre infortunati Cazzola (dolori al ginocchio), Livaja (tendine d’Achille infiammato) e Stendardo, anch’egli bloccato per un infortunio al ginocchio.

 

1 Buffon; 15 Barzagli, 19 Bonucci, 3 Chiellini; 26 Lichtsteiner, 8 Marchisio, 21 Pirlo, 6 Pogba, 22 Asamoah; 10 Tevez, 14 Llorente. Allenatore: Conte

A disposizione: 30 Storari, 4 M. Caceres, 5 Ogbonna, 13 Peluso, 33 Isla, 23 Vidal, 20 Padoin, 7 Pepe, 12 Giovinco, 9 Vucinic, 27 Quagliarella, 18 Osvaldo

Squalificati:

Indisponibili:

47 Consigli, 29 Benaloune, 33 Yepes, 3 Lucchini, 28 Brivio; 77 Raimondi, 18 Baselli, 17 Carmona, 10 Bonaventura; 11 Maxi Moralez, 19 Denis. Allenatore: Colantuono

A disposizione: 37 Sportiello, 78 Frezzolini, 93 Nica, 4 Scaloni, 3 Lucchini, 6 Bellini, 27 Del Grosso, 20 Estigarribia, 8 Migliaccio, 90 M. Kone, 9 Bentacourt, 91 De Luca

Squalificati: Cigarini

Indisponibili: Stendardo, Cazzola, Livaja

 

Arbitro: De Marco

– Torna in campo la Juventus. Dopo la cocente eliminazione dall’Europa League per mano del Benfica, la squadra allenata da Antonio Conte se la giocherà allo Stadium di Torino contro l’Atalanta. Bianconeri che cercheranno naturalmente la vittoria per tenere a debita distanza la Roma (che oggi sarà impegnata a Catania), mentre i bergamaschi si sono salvati ormai diverse settimane fa ma hanno detto addio all’Europa e potrebbero giocarsela con la concentrazione non a livelli altissimi. La partita di domani sarà arbitrata da De Marco con i due guardalinee Barbirati e Bianchi. Massa e Di Paolo saranno i due addizionali di porta infine Passeri il quarto uomo.

– La Juventus, passata l’amarezza per la sconfitta in Europa League, proverà a continuare il suo straordinario cammino verso il terzo scudetto consecutivo. La squadra bianconera si trova attualmente al primo posto in classifica, a quota 93, e la Roma è a debita distanza a meno 8. I giallorossi avranno però la possibilità di riavvicinarsi sfruttando l’impegno contro il Catania, e di conseguenza la Signora dovrà obbligatoriamente fare risultato contro l’Atalanta. Una straordinaria stagione quella dei bianconeri, testimoniata dai numeri, come il 55% di possesso palla, il 66,9% di indice di pericolosità e il 73,3% di passaggi riusciti. Fra i singoli spicca invece Tevez, leader nelle marcature con 19 gol e nei tiri dentro la porta, con ben 114 tentativi. L’Apache è anche il migliore dei suoi negli assist, con 7 passaggi vincenti al pari di Lichtsteiner e Vidal. Per quanto riguarda le formazioni di domani, Conte dovrebbe avere la rosa al completo. Spazio al classico 3-5-2 con Tevez-Llorente in attacco, mentre a centrocampo Marchisio potrebbe far riposare Vidal. In difesa Barzagli torna titolare.

– Con 47 punti conquistati e l’11esimo posto in classifica, è senza dubbio positiva la stagione 2013-2014 dell’Atalanta. I bergamaschi sono fuori dalla corsa all’Europa ma l’obiettivo della salvezza è stato raggiunto diverse settimane fa. Merito delle 12 reti di German Denis, confermatosi anche quest’anno capocannoniere dei nerazzurri. Il Tanque è anche il miglior tiratore della squadra bergamasca, con 74 tentativi nello specchio della porta, mentre nella classifica assist spicca Maxi Moralez, autore di 8 passaggi vincenti. Molto positiva anche la stagione di Bonaventura con 5 marcature siglate. Fanno storcere il naso, invece, le statistiche di squadra, visto che l’Atalanta registra un 45% di possesso palla e un 43,7% di indice di pericolosità. Bene invece la percentuale di passaggi riusciti che si assesta sul 62,3. A livello di formazioni, Colantuono dovrà fare a meno degli infortunati Cazzola, Brienza, Estigarribia, Stendardo, Livaja, nonché dello squalificato Cigarini. Quest’ultimo sarà sostituito da Baselli che agirà da regista in un 4-4-2. In attacco si rivede Moralez dal primo minuto al fianco di Denis, con De Luca che torna in panca.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori