Calciomercato Juventus/ News, Piconcelli (ag. FIFA): Pedro-Mata, più facile il primo più utile il secondo (esclusiva)

- int. Daniel Piconcelli

Calciomercato Juventus news, in esclusiva per IlSussidiario.net, l’agente fifa Daniel Piconcelli ha parlato del calciomercato bianconero e in particolare dell’arrivo di un esterno d’attacco.

pedro_lloris
Pedro e Lloris si scontrano in area (Infophoto)

La Juventus ha intenzione di puntare su un esterno d’attacco durante il calciomercato di gennaio. I bianconeri sono pronti a puntare su Pedro del Barcellona ma anche su Mata del Manchester United. La Juventus potrebbe perdere però Stephan Lichtsteiner, terzino svizzero, che è in scadenza di contratto. In esclusiva per IlSussidiario.net, l’agente Fifa Daniel Piconcelli ha parlato del calciomercato bianconero.

Juventus su Pedro del Barcellona, Allegri vuole cambiare modulo? Credo che il tecnico bianconero per ora abbia fatto bene a puntare sullo stesso modulo di Conte. E’ chiaro però che vorrebbe dare una propria impronta tattica alla squadra. Però non sono convinto dell’arrivo di Pedro.

Come mai? Il 4-3-3 non è un modulo che piace tanto al tecnico toscano, ha sempre preferito l’Albero di Natale o il trequartista dietro le punte. Pedro potrebbe andare via dal Barcellona per una cifra vicina ai 15 milioni di euro, quindi è affare fattibile.

Anche Mata è nel mirino della Juventus… E’ difficile prendere un calciatore come Mata che lo United ha pagato tanto e quindi non vuole certo svenderlo. Lui sarebbe più utile rispetto a Pedro.

Come mai? Mata potrebe giocare come trequartista oltre che esterno d’attacco. Quindi un calciatore maggiormente duttile tatticamente rispetto al suo connazionale del Barcellona.

Lichtsteiner potrebbe andare via? Io credo che la Juventus debba trovare un altro esterno destro magari più bravo dal punto di vista qualitativo rispetto allo svizzero.

Su chi punterebbe? Facile da dire, ho un debole per Cuadrado, grande giocatore che sarebbe perfetto in quel ruolo per la Juventus.

(Claudio Ruggieri)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori