Allegri: “Cr7 out, Kean titolare”/ Spal-Juventus: “Domani voglio lo scudetto!”

Juventus a un punto dallo scudetto, Massimiliano Allegri serra le fila alla vigilia della sfida con la Spal: le sue parole in conferenza stampa.

Juventus, Massimiliano Allegri in conferenza stampa
Juventus, Massimiliano Allegri

Vigilia di Spal-Juventus, Massimiliano Allegri carica la sua squadra: basta un punto per assicurarsi matematicamente l’ottavo scudetto di fila. Il tecnico bianconero esordisce così in conferenza stampa: «Domani riposeranno molti calciatori: alcuni hanno bisogno di giocare ed è l’occasione giusta. Qualcuno resterà a casa: i festeggiamenti si possono rimandare, martedì abbiamo la partita contro l’Ajax». L’allenatore livornese si sofferma poi sullo stato di forma di Mario Mandzukic: «Contro il Milan aveva giocato bene un tempo, non dimentichiamoci che qualche giocatore ha giocato pure la finale del Mondiale: lui e Matuidi stanno disputando una buona annata». Una battuta poi su Moise Kean, lasciato in panchina in Ajax-Juventus: «Domani gioca e potrà mettersi in evidenza: per quanto riguarda martedì, vedremo».

MASSIMILIANO ALLEGRI ALLA VIGILIA DI SPAL-JUVENTUS

«Non è mai semplice vincere gli scudetti: questo è l’ennesimo della presidenza di Andrea Agnelli, la Juventus sta facendo delle grandi cose», prosegue Massimiliano Allegri, che si è poi soffermato su Daniele Rugani: «Daniele ha fatto molto bene con l’Ajax, la cosa strana e buffa è che nel momento in cui si è parlato del suo impiego ho scoperto tutto questo scetticismo intorno a lui». In porta giocherà Mattia Perin mentre starà fuori Cristiano Ronaldo, Allegri poi parla delle sensazioni alla vigilia della possibile vittoria dello scudetto: «Domani potrebbe essere una bella giornata, i ragazzi mi hanno regalato grandi soddisfazioni: tutto questo è molto bello anche per me, stare sulla panchina della Juve è motivo di grande orgoglio». Una battuta sulle condizioni di Douglas Costa: «Dopo la partita contro l’Ajax ha accusato un piccolo risentimento, domani non ci sarà: faceva meglio a lasciarci la gamba… Un conto è parlare di malizia, un altro conto di slealtà: il calcio è uno sport fisico e la malizia torna utile».



© RIPRODUZIONE RISERVATA