LECCE PROMOSSO IN SERIE A, PALERMO NO/ Festa al Via del Mare, siciliani ai playoff

- Mauro Mantegazza

Lecce o Palermo promosso in Serie A? I risultati utili per la promozione dei giallorossi pugliesi o dei rosanero siciliani, in lotta nell’ultima giornata di Serie B

Tifosi del Lecce
Lecce o Palermo promosso in Serie A? (Foto LaPresse)

È esplosa la festa al Via del Mare: il Lecce, non il Palermo, è promosso in Serie A dopo la vittoria per 2 a 1 contro lo Spezia. Per la squadra di Fabio Liverani si tratta di una doppia promozione, dopo quella dalla C alla B del 2017/18. Il ritorno nella massima serie italiana arriva sette anni dopo l’ultima volta. Festa anche per l’allenatore, subentrato alla quinta giornata dello scorso anno in C: ha portato la squadra a 22 risultati utili consecutivi, alla vittoria del campionato e alla promozione in B con un turno d’anticipo, poi il nuovo passaggio di categoria. “LeggendAri” è lo slogan scelto per la festa: i giocatori sfilano a centrocampo, dove avviene la premiazione. Intanto parlano le statistiche: il Lecce è la quinta squadra a raggiungere la doppia promozione dalla Serie C alla Serie A nelle ultime cinque stagioni, dopo Frosinone, SPAL, Benevento e Parma. Niente da fare per il Palermo, le speranze di tornare nella massima serie sono rimandate ai playoff. (agg. di Silvana Palazzo)

SI AVVICINA IL VERDETTO

La sfida promozione a distanza tra Lecce e Palermo sta per concludersi e vede i pugliesi vicini al ritorno in Serie A. Il Lecce è virtualmente promosso al termine del primo tempo, ma Jacopo Petriccione ha predicato calma, in vista di un secondo tempo che – se preso sottogamba – potrebbe riservare brutte sorprese. «Il destino è nelle nostre mani, non mi interessa cosa sta facendo il Palermo», ha dichiarato all’intervallo. «Lo Spezia sta dimostrando di essere una squadra forte, ma noi dobbiamo continuare così», ha aggiunto ai microfoni di Dazn. Il giocatore ha poi concluso parlando delle difficoltà: «C’è grande caldo, ma la gente ti spinge e buttare il cuore al di là dell’ostacolo». Quando siamo a metà del secondo tempo l’unica novità è rappresentata dal gol del Cittadella, che ha accorciato le distanze nel match del Barbera contro il Palermo, grazie alla rete di Diaw. A conferma di quello che ha detto Petriccione: vietato distrarsi. (agg. di Silvana Palazzo)

FINE PRIMO TEMPO

Fine primo tempo in Serie B e la curiosità è tanta tra Lecce e Palermo: chi è promosso in Serie A? Destini incrociati per la promozione diretta nella massima serie italiana, e coincidenza vuole che entrambe le squadre abbiano concluso la prima frazione di gioco in vantaggio di due reti a zero. Ma la vittoria al momento serve a poco al Palermo, visto il doppio vantaggio del Lecce sullo Spezia. Ci sono ancora 45 minuti nei quali i tifosi rosanero possono restare aggrappati ad una flebile speranza, con l’orecchio (e magari anche gli occhi) rivolta al Via del Mare per avere notizie sulla squadra leccese. Al momento i risultati sorridono ad entrambe le squadre per quanto riguarda i punti, ma in realtà può solo gioire il Lecce, che resterebbe al secondo posto e quindi terrebbe tra le mani l’ultimo pass per andare direttamente in Serie A. (agg. di Silvana Palazzo)

IL LECCE SORRIDE…

Lecce virtualmente promosso in Serie A: la squadra di Liverani ha già sbloccato la partita con lo Spezia. Venuti con una bella giocata ha smarcato Falco sulla fascia destra, quindi penetrazione in area e cross rasoterra leggermente arretrato per Petriccione, che è arrivato a rimorchio e ha freddato Lamanna. Il raddoppio è firmato da La Mantia. Con questo risultato la squadra pugliese consolida il secondo posto, l’ultimo utile per ottenere la promozione diretta nella massima serie. Non è una buona notizia per il Palermo, anche se è avanti di due reti: a sbloccare il match Nestorovski, che ha anticipato tutti di testa e battuto in torsione Paleari; il raddoppio di Trajkovski, che ha saltato il portiere e depositato la palla in rete. Ma il punto di vantaggio del Lecce sta facendo la differenza in questa sfida a distanza per la promozione in Serie A. Entrambe le partite però sono aperte… (agg. di Silvana Palazzo)

IL VERDETTO DEI CAMPI

Pochi minuti al fischio d’inizio delle partite dell’ultima giornata di Serie B che ci diranno chi tra Lecce e Palermo sarà promosso in Serie A senza dover passare dai playoff. Ribadiamo ancora una volta che il destino dei rosanero è appeso ad un filo, per almeno 90 minuti però le questioni extra-campo passeranno in secondo piano e si lotterà per affiancare il Brescia nelle due promozioni dirette. Per il Palermo il ricordo dei playoff non è molto positivo, perché l’anno scorso per i rosanero siciliani la promozione sfumò in una discussa finale contro il Frosinone i cui strascichi giudiziari sono durati molto a lungo. Purtroppo adesso siamo di nuovo a parlare di tribunali e il Palermo rischia grosso. Il Lecce spera che questo possa essere un vantaggio, perché magari i rosanero saranno distratti dalle vicende giudiziarie; d’altro canto però ci sarà anche la volontà di far vedere sul campo tutto il proprio valore, ed in ogni caso a 90 minuti dalla possibile promozione tutti danno il massimo. Parola dunque ai campi: si gioca! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

IN CAMPIONATO

Tra le possibili combinazioni di risultati che ci diranno se sarà il Lecce oppure il Palermo promosso in Serie A, abbiamo già spiegato che in caso di arrivo a pari punti sarà il Palermo a fare festa, perché gli scontri diretti sono nettamente favorevoli ai rosanero siciliani. Andiamo allora a ricordare le due partite, terminate con altrettante vittorie per il Palermo sui giallorossi pugliesi. All’andata si giocò il 21 ottobre 2018 allo stadio Via del Mare di Lecce, ma il Palermo si impose per 1-2 grazie ai gol di Nestorovski al 29’ minuto di gioco e Puscas al minuto 85, vanificando così il momentaneo pareggio dei padroni di casa, avvenuto per opera di Tabanelli al 37’. Medesimo risultato di 2-1, ancora una volta in favore del Palermo, nella partita di ritorno disputata allo stadio Renzo Barbera il 2 marzo 2019. In questo caso i gol dei siciliani furono di Trajkovski già al quarto minuto e poi di nuovo di Puscas al 52’, firma ripetuta anche per Tabanelli per quanto riguarda il Lecce, ma il gol del calciatore giallorosso al 93’ servì solo per salvare l’onore nei minuti di recupero. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

L’ULTIMA PROMOZIONE

In attesa di scoprire se sarà il Lecce o il Palermo promosso in Serie A (almeno sul campo), andiamo a ricordare l’ultima promozione ottenuta da queste due formazioni nella massima serie. Per quanto riguarda il Lecce, dobbiamo tornare al campionato 2009-2010, quando i giallorossi pugliesi vinsero la Serie B e dunque conquistarono nel migliore dei modi la promozione, anche se va detto che come da tradizione le distanze furono molto ridotte e dunque ci fu molto da soffrire anche per la squadra allora allenata da Luigi De Canio, che chiuse a quota 75 punti in classifica, precedendo Cesena (74) e Brescia (72), con i lombardi che passarono dai playoff per prendersi l’ultimo posto disponibile per la Serie A. Quanto al Palermo, dobbiamo invece tornare alla Serie B 2013-2014 e pure i rosanero in quel caso conquistarono la promozione con il primo posto in classifica. Tuttavia, la squadra allenata inizialmente da Gennaro Gattuso e poi da Giuseppe Iachini dominò quella edizione del campionato cadetto con 85 punti e un vantaggio enorme su tutte le inseguitrici – l’Empoli secondo chiuse a 72 punti. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

LECCE O PALERMO IN SERIE A? IL TURNO DECISIVO

Lecce o Palermo promosso in Serie A? Oggi pomeriggio l’ultima giornata di Serie B dovrà sciogliere il dilemma relativo alla seconda e ultima promozione diretta dalla Serie B alla massima categoria, dopo quella già ottenuta dal Brescia con ampio anticipo. Le partite da seguire saranno Lecce Spezia e Palermo Cittadella, entrambe con inizio alle ore 15.00. Dobbiamo purtroppo evidenziare subito il fatto che il Palermo rischia di vedere decisa la propria stagione più nelle aule di tribunale che sui campi da calcio, a causa degli illeciti amministrativi di cui la società siciliana è accusata per responsabilità sia diretta sia oggettiva. Nella peggiore delle ipotesi per il Palermo potrebbe essere decretata addirittura l’esclusione dal campionato, o comunque ci potrebbero essere dei punti di penalizzazione che stravolgerebbero la classifica. Dunque tutti i calcoli che andremo a fare sono naturalmente relativi alla battaglia sul campo, anche se purtroppo è concreto il rischio che il verdetto definitivo sulla Serie B 2018-2019 possa essere emesso altrove, fatto al quale il calcio italiano sembra essersi ormai abituato.

LECCE, PALERMO PROMOSSO IN SERIE A? I RISULTATI UTILI

Tutto questo premesso, in modo doveroso anche se con una certa amarezza, possiamo adesso finalmente fare i calcoli della situazione della classifica di Serie B per quanto riguarda la lotta promozione tra Lecce e Palermo. Va detto che si tratta di una situazione piuttosto semplice, dal momento che sono coinvolte solamente due squadre. Il Lecce è secondo con 63 punti, seguito dal Palermo a quota 62. Un punto è una differenza minima, ma che può fare la differenza a questo punto: il Lecce sarà promosso se farà lo stesso numero di punti del Palermo e dunque in caso di vittoria sarà a posto. I rosanero invece inseguono e di conseguenza non sono autosufficienti: anche una vittoria non basterebbe, se vinceranno pure i pugliesi. Un sorpasso del Palermo si concretizzerebbe in caso di vittoria rosanero con pareggio oppure sconfitta per il Lecce, ma c’è anche la possibilità di un arrivo a pari punti, in caso di sconfitta del Lecce e contemporaneo pareggio del Palermo. In questo caso sarebbero i siciliani a fare festa, perché gli scontri diretti sono nettamente favorevoli ai rosanero, vittoriosi per 2-1 sia in casa sia in trasferta, dunque il Lecce deve evitare un arrivo a pari punti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA