MILAN/ Emergenza Cagliari, a centrocampo ko Pirlo, Flamini e Boateng

- La Redazione

Boateng torna a Milano perchè infortunatosi durante gli allenamenti in Dubai.

boateng_R400-1
Boateng, il protagonista della giornata

Ombre sinistre si allungano sulle soleggiate spiagge del Dubai, dove il Milan sta svolgendo la preparazione invernale in vista del 6 gennaio, giorno della ripresa del campionato di serie A. Quel giorno i rossoneri di Allegri saranno chiamati ad affrontare la difficile trasferta di Cagliari, dovendo fare i conti in partenza con l’assenza di un Ibra squalificato.

Ma non sarà soltanto il campione svedese a mancare all’appello: da Dubai giungono le voci di un duplice infortunio patito da Amelia e Boateng. Il portiere si è lussato un dito della mano sinistra in allenamento, fattore che lo terrà lontano dai campi di gioco per qualche giorno: il suo recupero in vista di Cagliari tuttavia non sembra essere in dubbio.

Diverso il discorso per Kevin Prince Boateng, divenuto col passare del tempo una pedina sempre più fondamentale nello scacchiere rossonero, cui lo staff medico milanista ha diagnosticato una “sindrome dolorosa del retto adduttorio”. L’esito dei medici fa tirare un sospiro di sollievo: il dolore che affligge Boateng è meno grave della temuta e paventata pubalgia e deriverebbe da un problema di postura del calciatore. Lo staff tecnico ha deciso in via precauzionale di rimandare a Milano il calciatore per accertamenti clinici: non sembra essere nulla di grave, ma a Cagliari Boateng non ci sarà.

CLICCA SUL SIMBOLO PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO SUGLI INFORTUNATI IN CASA MILAN

E questa notizia si abbatte come un fulmine a ciel sereno sul centrocampo di Allegri, già alle prese con i recuperi (più lunghi del previsto) di Pirlo e Flamini.

 

In vista di Cagliari, al posto del ghanese, Allegri sarà probabilmente obbligato ad inserire Seedorf, che giocherebbe così dietro le punte Pato e Robinho, liberando un posto a centrocampo per il debutto stagionale di Strasser.

 

Un Milan mutevole, con una girandola di assenze e rientri: Pato ci sarà (ieri ha giocato tutta la partitella coi compagni) e si farà di tutto per recuperare Thiago Silva. Mentre per Cassano, apparso volenteroso ma in una condizione fisica ancora approssimativa, bisognerà attendere qualche giorno. "Abbiamo fatto bene finora e penso che potremo contiuare" a dichiarato ieri Robinho. Tutti d’accordo. Infortuni permettendo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori