CALCIOMERCATO / Milan, il punto sul mercato al 14 gennaio: Van Bommel, Bosingwa e Criscito

- La Redazione

Raiola: a certe condizioni l’olandese può arrivare al Milan

Van20Bommel_Bayern_R400
Mark Van Bommel

Mark Van Bommel torna più vicino al Milan. Dopo che mercoledì sera Adriano Galliani sembrava aver liquidato l’affare (“è troppo vecchio”), ci pensano lo stesso giocatore e il suo procuratore Mino Raiola (leggi qui le sue dichiarazioni in esclusiva a ilsussidiario.net) a ridare forza alle voci sulla trattativa.

Intanto dall’Inghilterra sono sicuri: José Bosingwa piace al Milan. Braida fa spallucce. Ma ammette che se a giugno il terzino portoghese fosse svincolato, i rossoneri potrebbero farci un pensierino. Per la fascia sinistra invece spunta l’ipotesi Criscito: Preziosi ha più volte detto che non lo vende a meno di offerte irrinunciabili. Ma con Galliani in Brasile un discorsetto sarà già stato fatto…

CLICCA QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE DI VAN BOMMEL, BOSINGWA, CRISCITO E MILAN

VAN BOMMEL: Galliani mercoledì aveva chiuso totalmente sul centrocampista olandese. Ma ieri lo stesso Van Bommel e il suo procuratore Raiola hanno rilanciato alla grande. Il giocatore ha ammesso di essere a conoscenza dell’interesse del Milan e che il suo entourage “sta parlando con il club di via Turati”. Mentre l’agente ha riferito di come la stessa dirigenza dei rossoneri sia dell’idea che “alle giuste condizioni” l’affare si possa anche fare. Come dice lo stesso Raiola, “c’è tempo fino al 31 gennaio”. Staremo a vedere.

 

BOSINGWA: Il terzino portoghese si svincola dal Chelsea a giugno. Sarebbe un parametro zero con i fiocchi per la società rossonera, che però non ha fretta, come spiegato da Ariedo Braida. “I grandi giocatori ci piacciono, Bosingwa lo è, sicuramente. In questo momento però non c’è alcun interesse da parte nostra, poi a giugno chi lo sa”. Una frase che tradotta per i non naviganti ha questo senso: il Milan non vuole pagare per il cartellino del giocatore a gennaio, ma se a giugno si libera gratis allora è un altro discorso.

 

CRISCITO: L’agente di Mimmo Criscito, Andrea D’Amico, ha smentito di aver parlato con la dirigenza del Milan. Però allo stesso tempo ha chiaramente fatto capire che durante il periodo trascorso in Brasile da Galliani e Preziosi il discorso sul “terzino sinistro italiano più forte” in circolazione potrebbe essere stato fatto.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori