CALCIOMERCATO / Milan, Lazzari: ecco la verità di Cellino

- La Redazione

Il presidente del Cagliari racconta perché cede il giocatore

lazzariR400
Lazzari in arrivo a fine mese al Milan (Foto Ansa)

Lazzari sarà con ogni probabilità un giocatore del Milan. A confermarlo sono le parole del presidente del Cagliari Massimo Cellino, intercettato dai cronisti di Sky Sport 24. Il patron rossoblu racconta in una lunga intervista tutta la verità sull’affare.

“Con Lazzari ci ho parlato due giorni fa e non mi aveva chiesto nulla, anzi, era contento di stare a Cagliari. Era venuto a chiedermi cosa ci fosse di vero, perché il suo procuratore asseriva che c’era un grosso interesse del Milan e io gli ho chiesto ‘A te interessa andare al Milan?’, e lui mi ha detto ‘Beh presidente, non mi dispiacerebbe. A lei non piacerebbe fare il presidente o il dirigente del Milan?’, e gli ho risposto ‘Lo farei, anche perché son convinto di essere migliore di loro, ma tu sei convinto di essere più bravo di quelli che ci sono al Milan?’, mi ha detto di si. Li c’è Allegri, che è un allenatore che lo conosce e gli vuole molto bene ma anche lui deve dimostrare di essere più bravo, non avrà nessun vantaggio. Deve valutare queste cose, perché a Cagliari è apprezzato e gioca, mentre li deve rimettersi in discussione. Al Milan può andare anche a giugno, non a gennaio, ma lui mi ha detto ‘Sa presidente com’è la vita, è un sogno che vorrei coronare’. Gli ho risposto ‘Non te lo posso precludere, visto che il Milan ha dimostrato di essere interessato, digli di chiamare anche noi, di dimostrarlo anche a noi, perché noi non sappiamo come sostituirti’, senza denaro e senza calciatore non saprei dove andare a trovare un sostituto”.

CLICCA QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE DI LAZZARI E MILAN

Chiusura dedicata all’amico Adriano Galliani: “Con Galliani sono molto amico – confessa Cellino -, al di fuori del lavoro, devo dire che nella mia vita ho avuto pochi amici così sinceri e leali, ma nel lavoro è veramente un osso dei peggiori. Gli sono riconoscente per tante cose che ha fatto da amico, ma devo pensare al mio Cagliari. Se loro stanno facendo tutta questa pressione su Lazzari, sapendo che non vogliamo cederlo, è perché sul mercato, nazionale ed internazionale, le alternative sono davvero poche, e stavolta sono privo di soluzioni e anche un po’ preoccupato”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori