CALCIOMERCATO / Milan, Berlusconi “incorona” Cassano

- La Redazione

Il presidente su Ronaldinho: è lui a volersene andare

berlusconi_pensieroso_R375_13lug

Silvio Berlusconi ha incontrato il Milan e Antonio Cassano al ritiro della Borghesiana. Una visita di circa un’ora, in cui il presidente rossonero ha scambiato per la prima volta due battute con il barese, definito a suo tempo “il mio regalo di Natale”.

“Sono contento di averti qui, tu sei il più grande talento italiano”, ha detto Berlusconi a Cassano che ha ringraziato. Alla squadra il Cavaliere ha fatto i complimenti per il primo posto, invitando i giocatori a tenere duro fino a giugno.

CLICCA QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE DI MILAN, BERLUSCONI E CASSANO

La nota dolente per il presidente è chiaramente Ronaldinho. “Spiace che non sia più qui. Lui è il più grande giocatore al mondo per quanto riguarda la rapidità di pensiero ed esecuzione. Ma è stata sua la scelta di tornare in Brasile”. Poi una battuta del Berlusconi politico: “Quando il Milan vince in Parlamento mi fanno tutti le feste, e ci sono facce allegre. Invece quando perde sono tutti un po’ più tristi”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori