DIRETTA/ Milan-Udinese (Serie A): segui e commenta la partita live in tempo reale

- La Redazione

Milan-Udinese è il match-clou della diciannovesima giornata di Serie A

allegri_milan_R375x255_21set10
Massimiliano Allegri (Foto: ANSA)

Milan-Udinese è il match-clou della diciannovesima giornata di Serie A. Il Milan di Allegri, che ha mantenuto il passo per il rotto della cuffia l’ultimo turno di campionato, ritrova Zlatan Ibrahimovic e ha l’occasione per chiudere il girone d’andata con un discreto distacco sulla seconda. Di fronte però ha l’Udinese di Guidolin che ha dimostrato una crescita esponenziale gara dopo gara e si sta facendo sotto alle zone alte della classifica. Partita difficile davvero da pronosticare.

Il Milan scende in campo a San Siro con la certezza di un tridente finalmente ritrovato con Ibrahimovic, Pato e Robinho. Tanta roba, per così dire. I problemi per allegri sono tutti in altre zone del campo. Ambrosini squalificato, Pirlo, Boateng e Flamini indisponibili depauperano non poco le possibilità tecnico-tattiche a centrocampo, e anche la difesa non è messa bene. Assenti per infortunio anche Nesta, Zambrotta e Jankulovski a cui si aggiunge lo stop in porta di Abbiati. Insomma una difesa del tutto da inventare. Eppure di ottimismo ce n’è tanto e gli infortuni non minano le certezze dell’allenatore che ha un messaggio anche per la “carta in più”, Antonio Cassano. “Ha iniziato col piede giusto a prescindere dall’assist di Cagliari. Lui è indietro rispetto a una squadra che va a 100 all’ora; con la sua classe immensa potremo fare il salto di qualità. In carriera ha fatto il 20% di quello che poteva fare”. E aggiunge “non sprecherà questa occasione”.

L’Udinese di Guidolin arriva a San Siro priva solamente dello squalificato Pinzi. Dubbi – forse tattici – a centrocampo e in difesa, ma grandi certezze in avanti con il duo Di Natale-Sanchez pronto a creare problemi e macinare spettacolo. Il 3-5-2 di Guidolin si affiderà in porta ad Handanovic (diffidato) Coda, Zapata e Benatia, a centrocampo Armero, Asamoah, Inler, Badu e Isla, e in avanti appunto Di Natale e Sanchez. Floro Flores non sarà impiegato, in panca ci sono Corradi e Denis. Guidolin lancia i suoi: “Fino a questo momento abbiamo ricevuto tanti complimenti in trasferta – ha detto l’allenatore dei friulani -, ma io voglio fare risultato. Non dimentichiamoci, però, che domani affrontiamo il Milan, secondo me la più forte e completa squadra del campionato e candidata principe alla vittoria del torneo. Per questo dico ai miei ragazzi che dobbiamo scendere in campo con il coltello tra i denti, come fosse una finale di Champions”. Milan-Udinse può avere inizio.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori