CALCIOMERCATO/ Milan, Ganso-Santos, rinnovo alle porte?

- La Redazione

Il brasiliano potrebbe presto prolungare il contratto, già piuttosto lungo (scadenza 2015). Intanto è pronto al rientro Robinho: con lui Allegri spera di vedere tutt’altro Milan…

paulo_henrique_ganso_r400
Il brasiliano Ganso (foto ANSA)

Ultimamente il Milan sembra aver virato su altri obiettivi. C’è chi giura, però, che il nome di Paulo Henrique Ganso non sia mai uscito dai radar di Milanello. Il fantasista brasiliano, per caratteristiche ed età, può essere sicuramente l’uomo giusto per donare freschezza e qualità al centrocampo rossonero. Dal Brasile, comunque, non arrivano buonissime notizie per Galliani e soci. Ganso, infatti, sembra avere tutta l’intenzione di prolungare ulteriormente il suo contratto con il Santos, che peraltro scadrà nel lontano febbraio 2015. Attualmente il giocatore è fermo ai box per un brutto infortunio alla coscia. Non è il primo, per quello che è considerato un atleta fisicamente assai fragile. Non a caso, le tante big che erano sulle sue tracce sembrano essersi assottigliate di numero. Evidentemente, le condizioni di Ganso destano troppe perplessità per pensare di procedere ad una trattativa. In corsa, seppur defilate, sembrano esserci ancora Paris St. Germain e Milan. Intanto, nella mente dell’Oca, come viene soprannominato il talentuoso trequartista, sembra esserci solo il Mondiale per Club. E’ quello il suo grande obiettivo per il presente, in attesa di portare a compimento la missione rinnovo. Il presente del Milan, invece, si chiama Robinho. L’attaccante è finalmente pronto al gran rientro e ha rilasciato oggi dichiarazioni di grande ottimismo: “Sto bene, ho recuperato e spero di dare una mano ai miei compagni fin dalla prossima partita”. Contro il Palermo, per la sfida di San Siro programmata per sabato, potrebbe esserci anche lui, quindi. Probabile che l’ex-City parta dalla panchina, per poi subentrare a gara in corso, specie se le cose dovessero mettersi male. ‘Binho’ è pronto a mettersi alle spalle un infortunio che inizialmente non sembrava troppo serio. “Non pensavo fosse una cosa così lunga”, ha spiegato il brasiliano, che ha ricordato come nella sua carriera non abbia mai subìto grossi infortuni. La quarantena, però, è ormai terminata. L’attacco del Milan ha troppo bisogno di lui e anche le statistiche lo confermano. Con Robinho in campo, si vince quasi sempre e si incassano pure meno reti. Ovviamente non è tutto merito suo, ma il lavoro incessante che compie per collegare centrocampo e attacco è comunque fondamentale.

Allegri lo sa bene e si prepara a gettarlo nella mischia. Non gli dirà ‘Binho pensaci tu’ ma quasi…



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori