DIRETTA/ Milan-Parma live (Serie A 2011/2012): segui e commenta la partita in temporeale

- La Redazione

Il Milan vuole il definitivo rilancio nelle parti alte della classifica, ma il Parma ha già stupito. Gli uomini più attesi sono Kevin Prince Boateng e Sebastian Giovinco.

antonio_cassano_r400
Antonio Cassano (foto ANSA)

Milan-Parma è una delle partite più interessanti della nona giornata (ottava effettiva) del campionato di serie A, che si disputa in turno infrasettimanale. Il Milan sembra essere uscito definitivamente dal difficile inizio di stagione grazie alle tre vittorie consecutive ottenute dopo la sosta, ma con prestazioni ancora non del tutto convincenti, che lasciano dunque qualche dubbio sulla squadra di Allegri, che ha comunque l’occasione di rilanciarsi definitivamente nei quartieri altissimi della classifica. Un pareggio ovviamente sarebbe invece più gradito al Parma, il cui inizio di stagione è stato altalenante: fin qui solo vittorie o sconfitte per la squadra emiliana, illuminata dal genio di Giovinco. Un colpo esterno della squadra di Colomba, infine, riaprirebbe le polemiche sul Milan pronte già ad esplodere domenica e spente poi dal “ciclone” Boateng. Milan-Parma, per tutti questi motivi, è una partita da non perdere.  
Il Milan si prepara ad ospitare il Parma avendo ben in mente che – come dice il tecnico Allegri – nell’arco di poche partite può delinearsi un gruppetto in fuga. I rossoneri devono farsi trovare pronti e qualche punto per strada di troppo purtroppo lo hanno perso. Nelle ultime cinque giornate il Milan ha racimolato dieci punti, grazie a un finale in crescedo: che deve diventare rossiniano. In ogni caso Allegri, gratificato dall’inserimento nella lista degli allenatori candidati al “Pallone d’Oro” 2011 e anche dall’adeguamento del contratto che gli porterà in dote mezzo milione di euro in più a stagione, ritiene che il Milan domenica abbia dato una bella dimostrazione di forza, ma definisce “tragici” i primi 45 minuti, ovviamente da non ripetere mai più. Boateng –inevitabilmente- ritroverà una maglia da titolare, alle spalle della coppia d’attacco che dovrebbe essere Ibrahimovic-Cassano, con Robinho candidato alla panchina a causa della stanchezza inevitabile al rientro da un infortunio. Non convocato Nesta, dovrebbe rifiatare pure Van Bommel, con Ambrosini schierato al suo posto. Probabile formazione (4-3-1-2): Abbiati; Abate, Bonera, Thiago Silva, Antonini; Aquilani, Ambrosini, Nocerino; Boateng; Ibrahimovic, Cassano.
Il Parma arriva in casa del Milan dopo aver collezionato due vittorie in cinque partite. Media troppo bassa per una squadra con le potenzialità di quella di Colomba. In casa Parma, ad ogni buon conto, rientra tra i convocati il grande ex Hernan Crespo, ma è reduce da un lieve infortunio, quindi in attacco giocheranno ancora Giovinco-Pellè, stante l’infortunio di Floccari. L’escluso eccellente dall’elenco dei convocati stavolta è Alessandro Lucarelli, che da due settimane giocava nonostante un problema fisico. A centrocampo Galloppa e Valiani favoriti su Jadid e Biabiany. Probabile formazione (4-4-1-1): Mirante; Zaccardo, Paletta, Santacroce, Gobbi; Valiani, Morrone, Galloppa, Modesto; Giovinco; Pellè. Arbitra il signor russo, e ora la parola al campo: Milan-Parma sta per iniziare.

 

Risorsa non disponibile



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori