DIRETTA/ Bate Borisov-Milan live (Champions League 2011/2012): segui e commenta la partita in temporeale

- La Redazione

Bate Borisov-Milan è la partita che apre questa nuova giornata di Champions League delle squadre italiane. La diretta di Bate Borisov-Milan live in temporeale

robinho_r400
Robinho (foto Ansa)

Bate Borisov-Milan è la partita che apre questa nuova giornata di Champions League delle squadre italiane. Il Bate Borisov è fanalino di coda (pur se in coabitazione) del Gruppo H con un solo punto, mentre il Milan è al momento al comando del medesimo girone a quota sette. Il Bate Borisov cerca la vittoria e non certo per proseguire il cammino in Champions League (anche se magari ha velleità di farlo in Europa League), ma anzitutto per conseguire in quel di Minsk una vittoria che sarebbe storica per tutta la Bielorussia. Dal canto suo il Milan non ha altro risultato utile se non la vittoria per rispondere colpo su colpo ai risultati di un Barca schiacciasassi che con ogni probabilità vincerà al sua partita. Se i rossoneri vorranno avere una minima speranza di giocarsi la testa del girone, è ovvio, che dovranno cercare di arrivare davanti allo scontro diretto di San Siro. E proprio per questo se Bate Borisov-Milan dovesse terminare in pareggio i due punti persi lo sarebbero solo dal Diavolo.
Il Bate Borisov si presenta all’appuntamento con il Milan dopo la sconfitta dell’andata in Champions League e due partite del campionato bielorusso in cui ha colto una vittoria e un pareggio (entrambi in casa) e con un Renan Bressan, il gioiellino ventenne brasiliano, a segno entrambe le volte e che sta attraversando un grande momento di forma. Il Bate Borisov fino ad oggi ha segnato solo un gol in questo girone dimostrando poca lucidità sottoporta ma non una difficoltà poi così estrema di arrivare alla conclusione. Mateja Kezman non ha la lucidità di un tempo, ma in ogni caso la formazione gialloblù ha concluso sette volte nello specchio della porta e ventun volte con conclusioni finite a lato. Non poco, sopratutto per una squadra che gioca per la più parte dietro la linea della palla. Ad ogni buon conto, oggi, il Bate Borisov vuole giocare la partita della vita dopo la brutta figura rimediata contro l’ “altra” prima della classe. Renan Bressan come detto è l’uomo più atteso e pare carico. L’autore dell’unico gol di Champions del Bate in campionato ne ha fatti ben undici pur senza essere l’uomo più vicino alla porta. Sarà un caso. Lo vedremo stasera, in ogni caso lui ci crede non poco. “Il Bate Borisov deve vincere contro il Milan – ha detto Bressan – Se non abbiamo intenzione di provarci e di spingere al massimo tanto vale non scendere nemmeno in campo. Dopo i primi minuti non ci sarà timore reverenziale e dovremo dare tutto, solo alla fine vedremo come è andata a finire”. Il Bate Borisov contro il Milan giocherà con il 4-2-3-1 con Gutor tra i pali, Yurevich, Radkov, Bordachev e Simic in difesa, Volodko e Likhtarovic a centrocampo arretrato , Kontsevoi, Bressan e Baga dietro all’unica punta Kezman.
Il Milan di Allegri arriva all’appuntamento cruciale della stagione di Champions League contro il Bate Borisov privo dell’apporto di Cassano, colpito da quel misterioso malore (ictus ischemico, o problema al cuore o entrambi) che è già diventato purtroppo un giallo per tutti i tifosi milanisti e gli appassionati di calcio. O forse no, Cassano, in qualche modo, ci sarà. Ci saranno in campo undici Cassano, più l’allenatore. Perchè Allegri ha detto che questa partita la vogliono vincere per lui, per permettergli di giocare, quando potrà tornare in campo, in un Milan che ambisca a grandissimi traguardi. Il Milan contro il Bate Borisov non potrà schierare diversi giocatori, ma di ottenere qualcosa meno di una vittoria proprio non se ne parla. Non ci saranno oltre a Cassano anche Rino Gattuso, Mexes, Flamini, Antonini, Pato e Van Bommel. In panchina si rivede il giovane Ganz, dato che gli unici due attaccanti della prima squadra disponibili sono Ibrahimovic e Robinho, entrambi in campo ovviamente. Il Milan arriva  questa partita dopo una striscia impressionante (e anche un po’ avventurosa) di vittorie, molte delle quali merito proprio del talento di Antonio Cassano. Cinque nelle ultime cinque partite. Oggi si affiderà ad un minimo di turnover forzato con Ambrosini a coprire davanti alla difesa per dare fiato a Van Bommel, Taiwo sulla corsia di sinistra e Boateng dietro a Ibrahimovic e Robinho anche a causa della squalifica che priverà allegri del ganese per le prossime due partite di campionato. Ma ora non c’è più tempo per parlare, Bate Borisov-Milan sta per cominciare…

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori