CALCIOMERCATO/ Milan, resoconto brasiliano: offerta per Paulinho, fumata nera per Damiao

- La Redazione

Ariedo Braida, direttore generale del Milan, prosegue la propria opera di perlustrazione in Brasile. Offerto al Corinthians il prestito per Paulinho mentre si complica la pista Damiao

Braida_R375_31ago09
Braida (Ansa)

CALCIOMERCATO – Il secondo tour brasiliano di Ariedo Braida prosegue. Il direttore generale del Milan è impegnato in questi giorni nell’osservazione di alcuni possibili rossoneri del futuro, talenti verdeoro su cui moltissime big del Vecchio Continente hanno messo gli occhi. Fra i tanti, in cima alla lista dei desideri, c’è Leandro Damiao, gioiello dell’Internacional di Porto Alegre della nazionale brasiliana di Menezes. Il dirigente dei rossoneri lo ha visionato da vicino durante la sfida fra l’Inter e il Bahia di mercoledì sera, conclusasi con il risultato di 1 a 0 in favore dei primi. Damiao è stato un po’ meno brillante del solito ma le sue qualità e le sue doti sono comunque innate. Su di lui sono pronti a scommettere in tanti fra cui il noto agente Fifa Sabatino Durante, che pochi giorni fa lo paragonò addirittura alla leggenda Marco Van Basten. L’ostacolo principale all’eventuale trattativa è rappresentato dall’alto prezzo richiesto dal club di San Paolo, ben 30 milioni di euro, che spaventa e non poco i campioni d’Italia in carica. Galliani & Company non hanno infatti messo in preventivo tale enorme cifra per il calciomercato di riparazione di gennaio e tutt’al più tale somma potrebbe essere investita solo in estate. La sensazione circolante, però, è che Damiao possa salutare il Brasile proprio in inverno e che di conseguenza il Milan venga tagliato fuori. Braida ha così lasciato mestamente Porto Alegre per fare ritorno a San Paolo dove domani sera assisterà al match fra i padroni di casa e l’Atletico Mineiro. Tre gli osservati speciali: Casemiro, il centrale Amaral e il trequartista Rodriguinho. Passi avanti invece per quanto riguarda Paulinho. Il dirigente del Milan contatterà a breve nuovamente il Corinthians per Paulinho così come i suoi due proprietari Pào de Açucar e la Bmg. Si punta ad un prestito oneroso da gennaio a giugno fissato attorno ai 3 milioni di euro. I campioni d’Italia in carica vorrebbero strappare il giocatore al club brasiliano subito, viste le necessità per la seconda metà stagione. Peccato però che in Sudamerica non sia tanto di moda la formula del prestito. Difficilmente infatti un brasiliano lascia la terrà d’origine senza un futuro certo.

 

L’operazione è comunque in divenire e se ne riparlerà sicuramente nei prossimi giorni quando Braida cercherà di chiudere definitivamente il tutto o eventualmente quando l’idea svanirà per sempre.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori