MALORE CASSANO/ Per Fantantonio si tratterebbe di forame ovale pervio, oggi il bollettino medico

- La Redazione

Arriverà nella giornata odierna il bollettino medico ufficiale relativo alla situazione di Antonio Cassano. Il giocatore, ricordiamo, è ricoverato nell’ospedale Policlinico di Milano.

cassano_milan_R400_5feb11
Antonio Cassano, fantasista Milan (Foto Ansa)

MALORE CASSANO – Si saprà di più nella giornata odierna circa le condizioni fisiche di Antonio Cassano ma qualcosa è già stato anticipato nei giorni scorsi. E’ stato il presidente del Milan Silvio Berlusconi a rompere il silenzio parlando al Processo di Biscardi: «Ha un piccolo problema al cuore e dovrà essere operato». Si tratta precisamente di una malformazione cardiaca congenita, piccola ma sufficiente a provocare un ictus ischemico, anche se lieve. Questa, anche se non ufficiale, sembrerebbe l’ipotesi maggiormente accreditata. In termini medici si tratta di «forame ovale pervio» o «Pfo», un piccolo foro tra i due atri del cuore, una cosa risolvibile chirurgicamente con un’operazione alquanto semplice. Dopo l’operazione Cassano dovrà assumere dei farmaci antiaggreganti tipo l’aspirina fino alla risoluzione completa del problema. I veri dilemmi sorgeranno però al momento del rilascio del nulla osta per l’attività agonistica. Nel frattempo è atteso oggi il primo bollettino medico ufficiale da quando FantAntonio è ricoverato al Policlinico di Milano: «Un comunicato congiunto del Policlinico di Milano – spiegava Galliani ieri – che ringraziamo per quello che sta facendo, e del Milan. Una nota che farà chiarezza su quanto successo. Quello che mi preme molto dire, per i tanti tifosi che vogliono bene a Cassano, è che Antonio sta bene e che le cose si stanno evolvendo bene. Non faccio il medico, ci vuole solo un attimo di pazienza». Ieri è stata una giornata carica di ottimismo grazie anche alle buone nuove giunte proprio dall’amministratore delegato Adriano Galliani e dai vari “visitatori”, su tutti Pazzini e Materazzi che hanno affermato di aver trovato il giocatore “In buona forma”. La domanda che si fanno tutti, però, è se Cassano tornerà a svolgere attività fisica ma soprattutto quando. In molti si sono inoltre chiesti come mai, essendo il giocatore sottoposto a continui controlli accurati, non ci si sia accorti prima del problema. La risposta è di quelle semplici: per individuare tale tipo di problema occorre un’ecocardiografia trans esofagea, che non rientra nelle normali prassi sportive, essendo un esame particolarmente fastidioso per il quale si deve ricorrere a una leggera sedazione.

Nel frattempo Cassano è rimasto sempre il solito: giocoso, scherzoso e ironico, pronto a divertirsi in ogni occasione, anche in ospedale con gli infermieri.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori