MILAN-CATANIA/ Probabili formazioni e aggiornamenti alla vigilia della partita (undicesima giornata di Serie A)

- La Redazione

Esame Catania per i rossoneri di Massimiliano Allegri. La formazione etnea si sta specializzando nel fermare le grandi, ma il Diavolo vuole tornare al più presto in vetta alla classifica.

clarence_seedorf_r400
Il milanista Seedorf (foto ANSA)

A San Siro si affrontano due squadre in gran forma. Il Milan di Allegri, dopo la brutta sconfitta allo Juventus Stadium del 2 ottobre, ha ripreso a marciare ai livelli che gli competono. Sono arrivate, infatti, ben quattro vittorie consecutive, l’ultima delle quali conquistata all’Olimpico contro la Roma. Uno schiaffone salutare, si direbbe. Occhio, però, a non sottovalutare l’ottimo Catania di Vincenzo Montella, che è più giù in classifica di soli tre punti, rispetto ai più accreditati rivali. I siciliani sono specialisti nel mettere in crisi le grandi. Finora hanno pareggiato con Juve e Lazio e battuto Inter e Napoli. Uno score più che positivo, non c’è che dire. Contro i rossoneri gli etnei dovrebbero scendere in campo con il 5-3-2, con Potenza e Marchese esterni a tutto campo, il trio difensivo formato da Spolli, Bellusci e Legrottaglie ed una mediana con Almiron, Lodi – schierato alla Pirlo – e Ricchiuti. Davanti ci saranno Bergessio e il Papu Gomez. Ancora panchina per Maxi Lopez, che Radiomercato ha accostato al Milan come possibile sostituto dello sfortunato Cassano. Non ce la fa Izco, escluso dall’elenco dei convocati al pari di Alvarez, Llama e Suazo. Anche sul fronte Milan tante assenze. Squalificati Boateng – che deve scontare due turni – e Nocerino, indisponibili per acciacchi vari Nesta e Mexes in difesa, Flamini e Gattuso (per la nota paralisi del nervo ottico) a centrocampo e Pato e Cassano in avanti. Due assenti per reparto, per Allegri è durissima. Il tecnico dovrebbe ripresentare Clarence Seedorf nell’amato ruolo di trequartista, alle spalle di Ibrahimovic e Robinho. Aquilani, Van Bommel e Ambrosini formeranno il terzetto mediano, mentre in difesa largo ad Abate e Zambrotta in fascia, con Bonera e Thiago Silva centrali, davanti ad Abbiati. Pronti a subentrare il Vecchio e il Giovane, Inzaghi ed El Shaarawy. Match impegnativo, dunque, per il Diavolo, che vuole completare a dovere l’operazione-rimonta, prima che scatti la pausa di campionato per gli impegni della Nazionale. La dura trasferta di Napoli potrebbe costare punti alla Juve capolista ed è anche su questo che fanno affidamento Allegri e soci. Andare in testa alla classifica, in questa fase, sarebbe molto importante, soprattutto dal punto di vista psicologico. Guai, però, a considerare facile la partita col Catania, tra le squadre più in palla in questo periodo.

Formazione Milan:

 

Milan (4-3-1-2): Abbiati; Abate, Bonera, Thiago Silva, Zambrotta; Aquilani, Van Bommel, Ambrosini; Seedorf; Robinho, Ibrahimovic.

 

A disp.: Amelia, Taiwo, Antonini, Yepes, Emanuelson, Inzaghi, El Shaarawy. All. Allegri

 

Squalificati: Boateng (2), Nocerino (1)

 

Indisponibili: Nesta, Mexes, Gattuso, Flamini, Pato, Cassano

Formazione Catania:

 

Catania (5-3-2): Andujar; Potenza, Bellusci, Spolli, Legrottaglie, Marchese; Almiron, Lodi, Delvecchio; Bergessio, Gomez.

 

A disp.: Campagnolo, Capuano, Ricchiuti, Barrientos, Lanzafame, Maxi Lopez, Catellani. All. Montella

 

Squalificati: Nessuno

 

Indisponibili: Izco, Alvarez, Llama, Suazo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori