CALCIOMERCATO/ Milan esclusiva è Sanchez il dopo Pato?

Anche i rossoneri sul giovane cileno dell’Udinese

17.02.2011 - La Redazione
sanchez_udin_R375x255_03apr10
Alexis Sanchez, attaccante Udinese (Foto Ansa)

Alexandre Pato, soprannominato il Papero, classe 89′, professione goleador. Alexis Sanchez, per tutti El Nino Maravilla, classe 88′, meraviglioso trequartista. Cosa hanno in comune? Per ora nulla, a giugno invece potrebbero darsi il cambio. Già perchè secondo indiscrezioni raccolte da ilsussidiario.net, anche il Milan starebbe pensando al 23enne calciatore dell’Udinese che a gennaio è stato a un passo dall’Inter.

In questo campionato Sanchez sta confermando pienamente le sue qualità tecniche anche grazie alla nuova idea tattica di Guidolin che lo ha spostato dalla fascia per metterlo in appoggio a Di Natale.

In casa Milan si pensa proprio a lui per sostituire Alexandre Pato. Nonostante le dichiarazioni d’incedibilità pronunciate da Galliani il club rossonero prepara l’addio del brasiliano che piace molto al Chelsea. Proprio tra Chelsea e Milan potrebbe nascere un’alleanza importante, i rossoneri darebbero il giocatore brasiliano ai Blues, gli inglesi invece si ritirerebbero dalla corsa per Sanchez.

 

Il Milan otterrebbe inoltre i soldi necessari per acquistare El Nino Maravilla che il patron dell’Udinese Pozzo valuta circa 25/28 milioni di euro. Il Milan dal punto di vista tecnico non perderebbe nulla, in questo momento Sanchez è sicuramente da inserire nella lista dei più forti talenti del calcio mondiale.

 

E Balotelli? SuperMario continua a piacere molto al Milan. L’arrivo di Balotelli in rossonero sarà solo rimandato, anche perchè il Manchester CIty non ha nessuna voglia di lasciar partire il giocatore già a giugno dopo una sola stagione. Se dovesse rimanere Roberto Mancini alla guida dei Citizens la cessione dell’ex talento dell’Inter sarebbe praticamente impossibile, gli spiragli potrebbero aprirsi qualora il tecnico di Jesi venisse mandato via dalla dirigenza inglese.

 

(Claudio Ruggieri)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori