CALCIOMERCATO/ Milan, Ibrahimovic: il mio futuro? Appartengo ai rossoneri…

Torna a parlare del proprio futuro l’attaccante del Milan Zlatan Ibrahimovic. In ritiro con la nazionale svedese il campione rossonero ha rilasciato interessanti dichiarazioni

28.03.2011 - La Redazione
ibrahimovic_milan_R375x255_3set10
Zlatan Ibrahimovic (Milan)

CALCIOMERCATO MILAN – Torna a parlare del proprio futuro l’attaccante del Milan Zlatan Ibrahimovic. In ritiro con la nazionale svedese il campione rossonero ha ammesso: «Il mio futuro? Non dico niente, appartengo al Milan e vivo a Milano, non posso cambiare ancora. Mi ritirerò quando sarò al “top” della forma. Adesso lo sono, così come accade ormai da dieci anni. Ho ancora tre stagioni di contratto con il Milan e non tornerò in Svezia, o da qualche altra parte, al 50 per cento. Adesso il calcio per me è sempre più un lavoro. Mi piace ancora giocare però, a differenza del passato, non è la cosa più importante della mia vita. Penso che sia così perché ho altre cose per la mente. Diciamo che quando avrò 35 anni non giocherò più. Allora mi siederò da qualche parte a fumare. Forse non è un buon esempio per i ragazzi, però è la verità».

Ibrahimovic, che nel derby di sabato prossimo sarà assente per squalifica, non si dimentica una frecciatina agli ex compagni nerazzurri: «Chi vince la Champions League? Credo che il Barcellona sia favorito, gioca il miglior calcio e per questo motivo penso che vincerà la Champions – ha proclamato Ibrahimovic – ed è strano che questa sia la mia scelta, il mio pronostico…».

Infine uno sguardo alla corsa scudetto: «Credo che sia solo colpa nostra se abbiamo perso il vantaggio che avevamo ma siamo ancora i più forti in Italia. Ho giocato tanti derby,è una sfida che significa molto. Sarebbe bello vincerlo, però secondo me non conta per lo scudetto, non è fondamentale. Io come sto? Mi sento al “top” della forma. L’eliminazione dalla Champions League contro il Tottenham fa ormai parte del passato. Ho dimenticato questo episodio, adesso guardo avanti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori