CALCIOMERCATO/ Milan, Seedorf: il mio rinnovo? Chiedete a Galliani

E’ un Seedorf polemico quello che ha parlato ieri a Milanello a due giorni dal derby. Il centrocampista olandese non nasconde infatti frasi sibilline parlando del proprio futuro

01.04.2011 - La Redazione
seedorf_milan_cagliari_R375
Clarence Seedorf, centrocampista Milan (Foto Ansa)

CALCIOMERCATO MILAN – E’ un Seedorf polemico quello che ha parlato ieri a Milanello a due giorni dalla stracittadina milanese. Il centrocampista olandese non nasconde infatti frasi sibilline parlando del proprio futuro nonché del rinnovo del contratto, che ricordiamo, scadrà il prossimo 30 giugno del 2011: «Il rinnovo del mio contratto? Questa è una domanda da rivolgere a Galliani che dovrebbe essere qui. La mia età? Non devo dimostrare niente. Ho 35 anni e non 40, ho una percezione della mia situazione ben diversa da quella che viene descritta. Al Milan ho giocato con grandi professionisti che hanno vinto fino a 39-40 anni. Non sono preoccupato. Vedo che c’è molta ansia di conoscere il futuro, ma dovremo solo aspettare le mosse del Milan. Quest’anno ho fatto molta panchina, il tecnico avrà avuto le sue ragioni ma non è importante parlare di queste cose in questo momento. Alla fine mi sono sempre fatto trovare pronto. Il mio rapporto con Allegri è buono».

Si parla naturalmente anche di derby: «Noi calciatori sappiamo che è decisivo. Non sarà la fine, non vorrà dire che non si può recuperare, ma nessuno di quelli in campo vorrà tornare a casa con zero punti. Il derby sarà decisivo per lo scudetto e chi sostiene il contrario è un bugiardo. Lo dico in generale, non in risposta a dichiarazioni di nessuno».

Un Milan che dovrà vedersela con l’Inter senza Ibrahimovic, la stella della squadra: «Senza di lui dobbiamo fare qualcosa in più per essere pericolosi, dobbiamo essere stimolati ancora di più. Nelle ultime gare anche Ibra ha accusato un po’ di stanchezza. Credo che abbia fatto bene a riposare un attimo, ha giocato tante partite con noi più quelle in Nazionale, in questo momento del campionato è importante avere tutti i giocatori più importanti a disposizione. Adesso dovrà essere stimolato chi giocherà nella sua posizione in campo. Per questa partita ci vogliono poche chiacchiere e tanti fatti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori