CALCIOMERCATO/ Milan, Ibrahimovic, Hernanes e Pastore: i rumors di mercato al 13 aprile 2011

- La Redazione

Rumors di mercato al 13 aprile 2011: la partenza di Ibra, l’offerta per Hernanes e le voci di un interesse per il Flaco Pastore. Vediamone insieme i dettagli.

ibrahimovic_grintoso_R400_11nov10
Zlatan Ibrahimovic (Foto: ANSA)

Giornata convulsa a Milanello. L’ambiente rossonero è attraversato da sentimenti e sensazioni contrastanti: la vittoria di Firenze, che ha rilanciato il Milan in fuga solitaria a sei giornate dalla fine, è stata macchiata dall’espulsione di Ibrahimovic che ha portato inevitabilmente con sè una serie di voci, conferme e smentite, sullo stato di frustrazione del campione svedese, per il quale si starebbe già meditando un addio.
Probabilmente non si è già al punto di rottura, ma resta indiscutibile che Ibra sta attraversando un momento no, in cui anche il suo posto in squadra non pare più essere così certo ed inamovibile.
Nell’ottica di rinforzare una squadra già forte, il Milan sta chiedendo al proprio entourage uno sforzo supplementare: esplorare il mercato, scovare nuovi talenti e sondare il terreno con le altre società.
Il nome nuovo della giornata è quella del talento della Lazio Hernanes: la notizia è comparsa oggi sul free-press ‘Leggo’ e l’ipotesi pare tutt’altro che campata per aria. Il Milan guarda con molta attenzione alla rosa delle due squadre della capitale e, dopo aver sistemato la difesa con l’acquisto di Mexes della Roma, adesso pare che stia pensando di puntellare il centrocampo con Hernanes della Lazio. Il brasiliano, con propensioni offensive, rimpiazzerebbe Clarence Seedorf, dato per sicuro partente a fine stagione. In ogni caso per i rossoneri non sarà facile arrivare al 25enne laziale: il contratto lo lega a Lotito fino al 2015 e il presidente biancoceleste, oltretutto, ha sempre dichiarato incedibile il proprio gioiello. Tutto dipenderà dall’offerta che il Milan presenterà: le prime voci parlano di una cifra che si aggira attorno ai 25 milioni di euro.

CLICCA SUL SIMBOLO >> PER LEGGERE LA NEWS DI CALCIOMERCATO IN CASA MILAN: IBRA, HERNANES E PASTORE I NOMI IN POLE AL 13 APRILE 2011

Due parole su Ganso, vero e proprio tormentone nella Milano rossonera e che anima i sogni dei tifosi milanisti. Oggi il presidente del Santos ha perso le staffe per il continuo pressing delle società meneghine e ha tuonato: “Non esiste alcuna offerta dall’estero per il giocatore e abbiamo informato Milan e Inter che devono mettere fine a questi tentativi di “seduzione” che sono illegali, visto che il Santos non è stato interpellato. Non c’è stato alcun sondaggio con chi detiene i diritti sul giocatore, e cioè il Santos”. La situazione non è semplice: Ganso, dato fino a qualche giorno vicinissimo al Milan, pare di colpo molto lontano. Il ragazzo, desideroso di un’esperienza calcistica in Italia, sembra incapace di mandare un segnale chiaro alle società a lui interessate: un giorno dichiara di voler andare al Milan dalla colonia di connazionali, il giorno dopo confessa di voler raggiungere Leonardo all’Inter e il terzo giorno dichiara di stare benissimo al Santos. Non è chiaro dove stia la verità. Ma l’affare si è complicato parecchio.

Il terzo nome è quello di Javier Pastore: il trequartista del Palermo è un reale obiettivo di mercato rossonero, al pari di Ganso, più di Sanchez e Lamela. Classe 1989, il Flaco rappresenta il prototipo del giocatore che cerca il Milan, l’uomo che, nella mente di Allegri, dovrà agire da nuovo Kakà, l’idolo e il modello proprio di Pastore. Il problema come sempre è il prezzo: Zamparini chiede 60 milioni di euro e il Milan non è disposto ad investirne più di 30/35. Galliani starebbe sondando il terreno forte anche della pessima seconda parte di stagione di Pastore e dei malumori che aleggiano nello spogliatoio rosanero, che potrebbero indurre il Flaco a pensare di cambiare aria. Oltre al Milan però, ci sono la Roma del nuovo ds Sabatini e la Juventus, oltre alle solite note Manchester City, Real Madrid e Barcellona. Ma il Milan, che fu vicino a Pastore nel 2009 quando giocava con l’Huracan, resta in pole position. Che sia proprio Pastore il regalo pensato dal presidente in caso di scudetto?



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori