MILAN-SAMPDORIA/ Allegri: Non sottovalutiamo la Samp

- La Redazione

Secondo Allegri il Milan non deve sottovalutare la Sampdoria. Rassicurazioni sono arrivate dal tecnico rossonero sul futuro di Zlatan Ibrahimovic, che dovrebbe restare a Milano.

massimiliano_allegri_r400
Massimiliano Allegri (foto Ansa)

Domani il Milan anticipa contro la Sampdoria. Sarà un match cruciale per i rossoneri, che proveranno ad allungare sulle dirette inseguitrici Napoli ed Inter, in una sfida-scudetto che sa tanto di anni 80. Ma occhio a non snobbare la squadra di Cavasin, impelagata in piena lotta-salvezza: “Guai a sottovalutare la Sampdoria. Quella di domani è una partita importante – ha detto oggi il tecnico Massimiliano Allegri in conferenza stampa – Pensiamo a far bene domani e portare a casa i tre punti”.

Tutti i tifosi milanisti sperano che nel futuro immediato del club ci sia lo scudetto. Un futuro in cui non è detto  che ci sarà Zlatan Ibrahimovic, sulla graticola per le ultime squalifiche e subito messo al centro delle voci di mercato. Ma Allegri assicura: “Credo che Ibra resterà al Milan e che la sua stagione sia esemplare, al di là dell’ultimo mese in cui ha pagato oltremodo dei comportamenti non idonei. Soprattutto nei primi cinque mesi ha fatto cose straordinarie e riprenderà quando rientra. Credo che in questo momento Ibrahimovic avrebbe voluto sdebitarsi dopo le due giornate di squalifica già scontate, quindi per lui è un grande dispiacere essere di nuovo squalificato”.

Sempre dello svedese ha parlato oggi anche Adriano Galliani: “Ibrahimovic? Non vi dirò se gli ho tirato le orecchie, sono cose che si risolvono dentro lo spogliatoio”. Così l’ad rossonero sulla volata finale del campionato: “Tutti parlano di sei finali, mi sembra molto banale, allora parliamo di ottavi, quarti, semifinali e finali, l’atmosfera però è di sicuro quella delle grandi occasioni. Ieri a Milanello ho visto la squadra determinata e vogliosa. Compreso Nesta che mi sembra completamente recuperato”. Tutte facce felici quindi; il Milan è pronto per lo sprint decisivo.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori