CALCIOMERCATO/ Milan, anche Inzaghi via a fine stagione?

- La Redazione

Aumenta il numero dei probabili partenti di casa Milan. In cima alla lista dei desideri vi è il duo Andrea Pirlo–Clarence Seedorf ma anche Inzaghi non sembra sicuro della permanenza

inzaghi_esulta_R375x255_21mar10
Inzaghi (Ansa)

CALCIOMERCATO MILAN – Aumenta il numero dei probabili partenti di casa Milan in vista della prossima estate. In cima alla lista dei desideri vi è il duo Andrea Pirlo e Clarence Seedorf ma secondo Il Giornale, anche Pippo Inzaghi non sembra sicuro della permanenza: «A 38 anni, con una operazione al ginocchio appena superata – scrive il quotidiano meneghino – il bomber delle mitiche stagioni, è convinto di poter aspirare a un rinnovo che non ha molto senso dal punto di vista operativo. Già perché la casella occupata da Inzaghi è l’unica che può cambiare nel settore degli attaccanti. Gli altri quattro, Ibrahimovic (confermatissimo come ha ripetuto anche il suo agente Raiola di fatto respingendo l’invito di Mancini e del Manchester City), Pato, Robinho e Cassano sono infatti confermatissimi».

Superpippo potrebbe così lasciare mestamente San Siro dopo l’ennesima stagione sfortunata. Il Milan è alla ricerca di un nuovo attaccante che possa sostituire Ibrahimovic quando infortunato, squalificato o per farlo riposare. Pippo Inzaghi rappresenterebbe una sorta di “peso” che in via Turati non possono più permettersi. Nel frattempo è uscito nuovamente allo scoperto Clarence Seedorf.

Dopo la sfuriata di mercoledì l’olandese ha ribadito la propria posizione nei confronti dell’amministratore delegato Adriano Galliani: «Per tutti è importante la chiarezza, ma ancora non posso dire che oggi ho un appuntamento con il Milan. Non ho chiesto e non voglio che sia un discorso legato su rimango o non rimango. Non devo sentire le cose dalla stampa. Ho ricevuto molte proposte ma non uso queste contro il Milan. Voglio sapere quale è la decisione di Galliani per poter decidere. Non condivido la strategia con giocatori come me, Ambrosini, Nesta, a due settimane dalla fine del campionato non abbiamo chiaro il futuro. Ognuno però parla per sè. Io non ce l’ho con il Milan».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori