CALCIO/ Milan, Taiwo: “Milan grandissimo club”

- La Redazione

In una lunga intervista rilasciata al portale nigeriano Brilafm.net, Taye Taiwo ha parlato per la prima volta da neomilanista, dicendosi entusiasta per la nuova esperienza.

Taiwo_r400
Taiwo (foto Ansa)

In una lunga intervista rilasciata al portale nigeriano Brilafm.net, Taye Taiwo ha parlato per la prima volta da neomilanista, dicendosi entusiasta per la nuova esperienza che si sta apprestando ad intraprendere: “Ho scelto il Milan perchè è un’ottima squadra che esprime un ottimo calcio, ai livelli di Manchester United e Chelsea. Non dico che le altre squadre che mi volevano non erano buone, ma da quando ho debuttato in nazionale ho sempre voluto giocare in un club di prima fascia”. L’acquisto del difensore dell’Olympique Marsiglia era stato ufficializzato già qualche giorno fa dal dirigente rossonero Galliani, che aveva usato per lui parole di stima: “Taiwo è un nostro giocatore, è fortissimo e siamo felici di essere arrivati prima di altri grandi club”. Ma le dichiarazioni di Taiwo continuano: “Il Milan era un’opportunità unica per me. I miei agenti hanno fatto tutto il possibile per renderla reale. Ora però voglio concentrarmi solamente sul Marsiglia, perchè sono ancora un giocatore dell’Olimpique”.

CLICCA SUL SIMBOLO >> PER CONTINUARE A LEGGERE LE PAROLE DI TAIWO SUL MILAN

L’unico inghippo, che ha rallentato un pochino il trasferimento di Taiwo a Milano, è stato rappresentato dal passaporto, al momento ancora “extracomunitario”, del calciatore: ma dalla Francia fanno sapere che Taiwo è destinato a diventare comunitario con passaporto francese, ma che almeno per un anno sarà considerato “extracomunitario” ai termini del regolamento federale. Al momento quindi il Milan è impossibilitato ad acquistare altri giocatori non comunitari: o si libera un posto o non c’è spazio per nessuno. Ganso compreso.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori