CALCIOMERCATO/ Milan: Pirlo alla Juve e Aquilani a Milano?

- La Redazione

In casa rossonera si è concentrati sulla partita dell’Olimpico di domani sera che, salvo clamorose sorprese, regalerà lo scudetto numero diciotto alla squadra del presidente Berlusconi.

Aquilani_Liverpool_r400
Alberto Aquilani (foto Ansa)

In casa rossonera si è concentrati sulla partita dell’Olimpico di domani sera che, salvo clamorose sorprese, regalerà lo scudetto numero diciotto alla squadra del presidente Berlusconi.

Ma gli uomini di mercato del Milan non stanno perdendo tempo e si stanno muovendo per mettere a segno quei “grossi colpi” cui il patron rossonero ha dato il beneplacito come “regalo” per lo scudetto. L’ultima notizia ruota attorno al centrocampo del Milan: l’agente di Pirlo è stato avvistato a Vinovo e le difficoltà del centrocampista rossonero di trovare spazio tra i rossoneri, fanno pensare a un qualcosa di più di una visita di cortesia a Beppe Marotta. Ecco che, quindi, spunta il nome di Alberto Aquilani: il giocatore romano, di proprietà del Liverpool e girato in prestito alla Juventus, ha nel contratto un’opzione per il riscatto che scadrà a metà maggio, e se entro tale termine non si troverà l’accordo tornerà a giugno in Inghilterra.

Di certo ci sono due fattori: primo, l’allenatore del Liverpool lo rivorrebbe con sè ma, secondo, Aquilani si trova molto bene in Italia e vorrebbe restare qui. Il ragazzo romano è anche appena diventato papà, la figlia è nata nella “sua” Roma, e si immagina un futuro in Patria.

Ecco che allora l’affaire Pirlo potrebbe rivelarsi un’utile occasione anche per parlare di Alberto Aquilani.

 

CLICCA SUL SIMBOLO >> PER CONTINUARE A LEGGERE LA NEWS DI CALCIOMERCATO IN CASA MILAN

Il Milan quindi parrebbe interessato ad esaudire i sogni di Aquilani: tenerlo in Italia e farlo giocare anche nel proprio centrocampo. Resta da decidere la strategia societaria: parlare con la Juventus o volare a Liverpool a trattare direttamente con gli inglesi?

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori