CALCIOMERCATO/ Milan, Galliani su Thiago Alcantara, mentre su “Mister X”…

E’ un Galliani raggiante quello che ha parlato ai microfoni di Sky nella serata di ieri. Il numero due di via Turati si è soffermato sul calciomercato estivo che vivrà la sua fase finale

16.08.2011 - La Redazione
galliani_bolognaR375_31ago08
Adriano Galliani, ad Milan (Foto Ansa)

CALCIOMERCATO – E’ un Adriano Galliani raggiante quello che ha parlato ai microfoni di Sky Sport 24 nella serata di ieri. Il numero due di via Turati si è soffermato in particolare sul calciomercato estivo che vivrà la sua fase finale, quella storicamente più calda. Il plenipotenziario rossonero non ha svelato il famoso mister-x (“Boh, chissà…”) ma ha parlato di un tentativo per un talento del Barcellona reduce da un’estate da protagonista assoluto Thiago Alcantara.
Nelle ultime ore però si parla spesso di alcune operazioni con il Genoa riguardanti in particolare Cassano e Kucka ma l’ad ha smentito: «Non ci sono affari in corso con il Genoa, Cassano resta con noi, insieme a Ibra, Pato, Binho, Inzaghi ed El Shaarawy crea un reparto d’attacco molto variegato e complementare. E’ un giocatore che mi piace dai tempi di quel Bari-Inter quando segnò ai nerazzurri, un giocatore dai piedi fatati che mette la palla dove vuole come ieri sera al giovane Boateng».
Fra i vari mister-x visionati in passato dal Milan anche Cesc Fabregas. Il campione catalano è un sogno ormai svanito visto che proprio nella giornata di ieri è stata annunciata l’ufficialità dal Barcellona: «Aveva un costo troppo elevato – ha commentato Galliani – ma è un problema generico del calcio italiano, non possiamo competere con i costi che hanno in Spagna. Fabregas non poteva venire da noi per colpa del fatturato». Il sogno dei tifosi, ora che Fabregas è svanito per sempre, è di rivedere Kakà a Milanello con la casacca rossonera. Anche in questo caso, però, Galliani smorza gli entusiasmi: «Vedremo cosa succederà, al momento siamo a posto cosi, anche se il mercato è aperto fino alle 19 del 31 agosto. Kakà? Sarei felice quanto Gattuso di vederlo nuovamente a Milanello, due anni fa quando si è trasferito a Madrid mi sono commosso. Ma ha dei costi troppo elevati, per venire al Milan dovrebbe tagliarsi lo stipendio molto più di quanto fatto da Fabregas per andare al Barça. Kakà poi dovremmo prenderlo per forza a titolo definitivo, perché se dovessimo prenderlo in prestito quando tornerebbe a Barcellona assumerebbe un’altra fiscalità e il Real Madrid andrebbe a pagarlo di più. Kakà può trasferirsi solo in Spagna, noi per prenderlo dovremmo farlo a titolo definitivo non in prestito. Mi dispiace deludere i tifosi ma l’ipotesi Kakà è impercorribile. Qualcosa però può succedere».

Il mercato in entrata del Milan continua quindi ad essere un rebus. La cosa certa è che arriverà un regista con qualità anche di mediano nonché la famosa mezz’ala di sinistra. Un ultimo colpo eventuale potrebbe verificarsi in attacco in particolare se il tanto chiacchierato Cassano dovesse fare le valigie.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori