CALCIOMERCATO/ Milan, Real Madrid, Kakà: operazione quasi fatta. Ecco la strategia rossonera

Oramai abbandonata la pista mister X, il Milan si fionderà sul ritorno del figliol prodigo, operazione praticamente chiusa da tempo ma tenuta in ghiacciaia per evitare di “bruciarla”.

25.08.2011 - La Redazione
kaka_real_R400_5ott10
Kakà (foto Ansa)

Il mercato è chiuso, anzi chiusissimo“. Sono state queste le parole rilasciate ieri dall’amministratore delegato del Milan, Adriano Galliani, dopo aver “ufficializzato” l’arrivo di Alberto Aquilani. In realtà lo storico dirigente rossonero, stimato dall’ambiente sia per la sua disponibilità quanto per la capacità di “non mentire” pare aver raccontato la più classica delle frottole di fine agosto. Non è infatti la prima volta che in via Turati, dopo aver ufficializzato un ottimo arrivo, vengano ripetuto le paroline di cui sopra, per poi essere smentiti nelle battute finali qualora dovesse presentarsi un’occasione. Fu così, ad esempio, durante il mercato di riparazione, quando dopo aver ufficializzato Emanuelson e Van Bommel, arrivò a sorpresa anche Legrottaglie. Il colpo nel cilindro dell’ultim’ora si chiama Ricardo Kakà. Oramai definitivamente abbandonata la pista “mister X” il Milan si fionderà sul ritorno del figliol prodigo, operazione praticamente chiusa da tempo ma tenuta in ghiacciaia per evitare di “bruciarla”. Il Milan, da come si mormora, avrebbe già stabilito un patto con il Real Madrid, secondo il quale, nel caso in cui Kakà non dovesse interessare ad alcuna squadra, si trasferirebbe a Milanello. Se tutto andrà come previsto dalle dirigenze dei due schieramenti, il brasiliano tornerà ad indossare la casacca dei campioni d’Italia con la formula di un prestito biennale gratuito pagato per il 40% dalla società rossonera, per il 40% dal Real Madrid e il restante 20% come riduzione dell’ingaggio. Una trattativa che potrebbe soddisfare tutte le parti in gioco. Kakà, infatti, tornerebbe nella città che gli è rimasta nel cuore e con cui ha vinto tutto, sia a livello personale quanto di club. Il Milan potrebbe assicurarsi un giocatore sicuramente interessante (di certo non sarà quello del 2007), ad una cifra favorevole. Infine il Real Madrid, che si libererebbe di circa 9 milioni di euro di ingaggio netti all’anno, alleggerendo di molto le spese del club in vista anche del famoso fair play finanziario che incombe. La trattativa dovrebbe andare in porto nei primissimi giorni di settimana prossima, anche perchè il 31 agosto è l’ultimo giorno disponibile per fare operazioni di mercato.

Dopo Aquilani, Mexes, Taiwo ed El Shaarawy, il Milan completerà così lo scacchiere con un ultimo arrivo. Un calciomercato sicuramente non all’altezza di quello dello scorso anno ma estremamente interessante viste anche le forti possibilità che dovrebbero presentarsi a gennaio. Su tutte lo sbarco di Paulo Henrique Ganso. Un Milan sempre più “brasiliano” per continuare a contrastare la colonia argentina dell’Inter: a Milano è sempre derby.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori