CALCIOMERCATO/ Milan: Nocerino in extremis, El Shaarawy e Taiwo. Il punto su tutte le trattative rossonere

- La Redazione

Il Milan di Massimiliano Allegri ha messo a segno un colpo di mercato in extremis: ecco nel dettaglio tutte le trattative portate a termine dai rossoneri.

allegri_galliani_R400_3apr11
Allegri e Galliani (Foto: ANSA)

Il Milan ha chiuso il mercato con un colpo in extremis e proprio sul filo di lana la compagine rossonera si è arricchita di un nuovo innesto: Antonio Nocerino del Palermo. Il centrocampista ex rosanero ha firmato un contratto quinquennale con la società milanese ed è pronto a trasferirsi a Milano da subito. Si chiude così un mercato rossonero che – a lungo – ha vissuto del sogno del “mister X” che, di volta in volta, è stato identificato in Fabregas, Hamsik e Schweinsteiger, ma che non ha regalato nè le emozioni degli anni precedenti nè – tantomeno – ha visto recapitare ad Allegri il famoso “regalo” promesso dal patron Berlusconi nella notte dell’Olimpico, mentre la squadra alzava al cielo capitolino il titolo numero diciotto della propria storia. Il Milan dunque fa registrare solamente gli innesti di Mexes (Roma), Taiwo (Marsiglia), Zigoni (Genoa), El Shaarawy (Genoa), Comi (Torino) e Aquilani (Liverpool), oltre al già citato Antonio Nocerino. In uscita la società rossonera è riuscita a chiudere un numero maggiore di operazioni, tra le quali spiccano senza dubbio le cessioni di Pirlo (Juventus), Sokratis (Genoa), Merkel (Genoa) e Jankulovski (Banik), oltre ad una serie di prestiti, soprattutto di giovani talenti del domani. La spasmodica attesa del “mister X” è quindi andata delusa e molti tifosi non sono contenti della politica societaria messa in atto rispetto alla campagna acquisti 2011, ma è anche vero che la squadra di mister Allegri non necessitava di particolari rinforzi: lo strapotere dimostrato in Italia lo scorso campionato – bissato dalla conquista nel derby della Supercoppa Italiana in Cina – sembra non essere stato messo in discussione dall’opera di rafforzamento dei club antagonisti. Certo, vincere in Europa – vero obiettivo della presidenza per la stagione 2011/2012 – non sarà un’impresa facile, ma la squadra rossonera ha dimostrato di trovare nelle notti europee forze ed energie inattese. Il calciomercato 2011 va così in archivio con un giudizio tuttosommato positivo, dato che il Milan è comunque riuscito nell’intento di portare a termine una serie di affari che tenessero conto anche delle esigenze economiche del club.

Il Milan dunque si affaccia – tra qualche malumore – alla stagione che sta per cominciare, consapevole della propria forza. Vincere è bellissimo, rivincere difficile ma ancora più bello. Il Milan è pronto per farlo.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori