CALCIOMERCATO/ Milan, Balotelli, Mancini chiude la porta. Robinho chiama Kakà

- La Redazione

SuperMario continuerà a essere il tormentone del calciomercato estivo, anche perchè il Milan non ha mai nascosto la stima nei confronti di Balotelli. Ma Mancini ha blindato il giocatore.

balotelli_city_azione_R400_8nov10
Balotelli (Ansa)

“Balotelli non va da nessuna parte, resta qui”. Parola di Roberto Mancini, manager del Manchester City, che oggi, durante la conferenza stampa in vista della Community Shield di domenica contro lo United, ha parlato non solo del match ma anche del futuro di SuperMario. Tutto è iniziato qualche giorno fa quando Balotelli aveva esternato la propria insoddisfazione per la città di Manchester. Non si trova bene Balotelli, vorrebbe andare via magari tornando in Italia, ma Mancini non crede a tutto questo: “Le sue parole erano riferite alla città e non alla squadra, in fondo lo si può capire, non ci sono amici o parenti, per questo non sta bene”. Mancini dunque corre in soccorso del talento italiano che è stato comunque applaudito dai tifosi durante l’ultimo allenamento e lui ha ricambiato con sorrisi e autografi. Balotelli ha ricevuto anche uno scherzo dai compagni di squadra che gli hanno fatto trovare del pesce marcio nei sedili posteriori della macchina. Di certo SuperMario continuerà a essere il tormentone del calciomercato estivo, anche perchè il Milan non ha mai nascosto la stima nei confronti di Balotelli. Difficile però che il City lasci andare l’ex giocatore dell’Inter prelevato dai nerazzurri per 24 milioni di euro e autore di 10 gol in 28 presenze nella sua prima stagione in Inghilterra. Non male, per questo riesce difficile pensare a un City disposto a cedere il giocatore per una cifra inferiore o in prestito. Il Milan difficilmente sborserà 25 milioni di euro (ma la valutazione potrebbe essere maggiore, ndr) per il giovane talento italiano, almeno non in questa sessione di mercato. Intanto Robinho ha parlato in conferenza stampa chiamando il suo connazionale Ricardo Kakà, ex giocatore del Milan: “So cosa ha fatto con la maglia del Milan, per questo sarei contento di un suo ritorno, è un grande amico”. Robinho chiama il connazionale e invita Cassano a rimanere a Milano: “Anche lui è un amico, il Milan ha vinto lo Scudetto anche per i suoi gol e i suoi assist, spero rimanga con noi”. Robinho potrebbe giocare titolare domani contro l’Inter nella finale di Supercoppa Italiana in programma alle ore 20 in Cina, le 14 in Italia.

Allegri infatti sarebbe orientato a scegliere lui e non Pato per affrontare l’Inter dall’inizio. Robinho ha giocato molto bene nell’ultimo derby vinto dal Milan per tre a zero anche se non ha mai segnato nei derby. Quale occasione migliore per iniziare a farlo?



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori