PROBABILI FORMAZIONI/ Milan-Udinese, Serie A quarta giornata di andata

- La Redazione

Dopo il ko di Napoli il Diavolo è chiamato al pronto riscatto. I campioni d’Italia attendono ancora la prima vittoria ma di fronte avranno un’Udinese in salute: 6 punti in 2 partite…

massimiliano_allegri_r400
Massimiliano Allegri (foto Ansa)

In casa Milan la parola d’ordine sarà una sola: riscatto. Il ko di Napoli, arrivato per mano di uno scatenato Cavani, ha lasciato più di una cicatrice, al di là delle dichiarazioni di circostanza filtrate dall’ambiente rossonero. La squadra al San Paolo è apparsa lenta di passo e di pensiero e la gran parte dei senatori ha completamente deluso. Forse è proprio lì il problema: questo Milan non si è rinnovato abbastanza. In sede di mercato la società sembra aver sottovalutato il problema dell’età media del gruppo, che è la più alta del campionato. Ma è ancora presto, comunque, per i processi. Va pure detto che nè gli infortuni – tanti e con vittime eccellenti – nè il calendario stanno aiutando. Il Diavolo se l’è dovuta vedere finora con Lazio e Napoli (per tacere del Barcellona in Champions) e adesso è toccata in sorte la temibile Udinese. Una squadra che cambia volto ogni anno, vendendo i pezzi pregiati, ma che non accusa mai il colpo. Due vittorie in due partite e temporaneo primo posto in classifica, più il successo col Rennes in Europa League, l’unica italiana a fare bottino pieno nella prima tornata di Coppe. Guidolin ha di che sorridere, anche se ora avrà dinanzi uno scoglio durissimo. La squadra campione d’Italia, per di più delusa e ferita dopo la sconfitta di Napoli, che vorrà assolutamente rifarsi. I friulani, però, non temono la forza d’urto rossonera e confermano sostanzialmente lo stesso schieramento visto nelle ultime gare. Spazio al 3-5-1-1, con il gioiellino rumeno Torje pronto ad innescare Di Natale, Basta e Armero sulle fasce e il duo Isla-Badu a proteggere le spalle alle avanzate di Giampiero Pinzi. Handanovic, infine, avrà davanti il terzetto Benatia-Danilo-Domizzi. Il Milan risponderà col solito 4-3-1-2 marchio di fabbrica. Davanti ad Abbiati ci saranno Abate e Antonini come esterni e Nesta-Thiago Silva in mezzo. Nocerino, Van Bommel ed Aquilani comporranno la mediana, con Seedorf sulla trequarti ad illuminare il tandem Pato-Cassano. Quanto manca Ibrahimovic. E’ questo il pensiero dei tifosi milanisti in questo momento. Toccherà, quindi, alla coppia d’attacco del San Paolo allontanare i cattivi pensieri e dimostrare che questo Milan non è Ibra-dipendente. Se manca lo svedese, possono pensarci quei due a togliere le castagne dal fuoco. O no?

Formazione Milan:

Milan (4-3-1-2): Abbiati; Abate, Nesta, Thiago Silva, Antonini; Nocerino, Van Bommel, Aquilani; Seedorf; Pato, Cassano. All. Allegri.

A disp.: Amelia, Bonera, Mexes, Zambrotta, Emanuelson, El Shaarawy, Inzaghi.

Squalificati: nessuno

Indisponibili: Boateng, Robinho, Gattuso, Ibrahimovic, Ambrosini, Flamini

Formazione Udinese:

Udinese (3-5-1-1): Handanovic; Benatia, Danilo, Domizzi; Basta, Isla, Pinzi, Badu, Armero; Torje; Di Natale. All. Guidolin.

A disp.: Padelli, Neuton, Ekstrand, Doubai, Fabbrini, Abdì, Barreto.

Squalificati: nessuno

Indisponibili: Asamoah, Coda, Ferronetti, Floro Flores, Pasquale



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori