CALCIOMERCATO/ Milan, Foschi: El Shaarawy campioncino con personalità (esclusiva)

- La Redazione

? In esclusiva a Ilsussidiario.net, il dirigente del Palermo Rino Foschi ha parlato del talento di Stephan El Shaarawy, attuale giocatore del Milan ieri in gol contro l’Udinese.

Foschi_R375_13mag09
Foschi ds del Padova (Foto Ansa)

Quando i tifosi del Milan hanno assistito all’ennesimo infortunio di Pato molto hanno perso la speranza per vincere un match difficile contro l’Udinese che poco dopo sarebbe passata in vantaggio. Al posto del Papero rossonero è entrato il Faraone Stephan El Shaarawy, talento italo-egiziano acquistato dal Milan in comproprietà dal Genoa per 6,8 milioni di euro. Cifre che si spendono solo per i grandi talenti, ed El Shaarawy, classe 92′, lo è sicuramente. Galliani stravede per il giovane calciatore rossonero che al 64esimo riceve palla da Cassano a destra al limite dell’area di rigore, guarda con la coda dell’occhio Handanovic e spedisce il pallone sull’angolo basso più lontano dove lo sloveno non potrebbe mai arrivare. San Siro cade ai piedi del Faraone, 19 anni e già tanta personalità. Eppure Allegri qualche giorno fa voleva rallentare l’ascesa del giovane calciatore per evitare di bruciarlo. Rino Foschi, dirigente del Padova e grande conoscitore di talenti, ha potuto ammirare El Shaarawy lo scorso anno con la maglia del club veneto. Intervistato in esclusiva da Ilsussidiario.net (l’intervista completa verrà pubblicata domani) ha elogiato le doti dell’italo-egiziano: “Stiamo parlando di un potenziale campione, sicuramente uno dei classe 92′ più forti al mondo. E’ un campioncino ma ha grande personalità”. Parole d’oro per El Shaarawy che è già diventato il nuovo idolo dei tifosi del Milan. Domenica contro il Cesena chiederà spazio ad Allegri anche se Inzaghi è tornato a disposizione e Cassano è in un momento importante. El Shaarawy potrebbe giocare in ogni posizione in attacco: “Può giocare seconda o prima punta, non si emoziona facilmente per questo non sono sorpreso dal gol a San Siro” ha dichiarato Foschi. Lui di talenti ne ha scovati abbastanza, per questo conclude così: “Non è un caso che un giovane di questo calibro sia finito al Milan”. Il club di via Turati è pronto a coccolare il nuovo gioiello del calcio italiano che già promette scintille. Nessun paragone certo, anche perchè spesso si rischia di scomodare nomi importanti, ma per qualcuno si è davanti al “nuovo Balotelli” in quanto a talento e personalità. Il Milan si auspica che il comportamento sia totalmente diverso, visti i grandi problemi che SuperMario continua a dare.

Quest’ultimo il Milan lo ha sfiorato in estate, El Shaarawy invece ha già potuto assaporare l’ebrezza di segnare a San Siro davanti ai tifosi del Milan. Ora spera di non fermarsi più, Allegri ha già ricevuto il primo messaggio.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori