MILAN/ Pato, cosa succede? Undicesimo infortunio dal 2010 e in Europa c’è solo Cassano

- La Redazione

Undicesimo infortunio di Pato dal 2010, ottavo muscolare, il sesto al flessore della coscia destra. La condizione del Papero è un vero dilemma e la dirigenza del Milan vuole vederci chiaro

pato_azione_R375x255_22feb10
Pato

MILAN – Continua l’incubo per l’attaccante del Milan, Alexandre Pato. Il giovane brasiliano, nella serata di mercoledì, ha subito l’ottavo infortunio muscolare nel giro di meno di due anni, esattamente, dall’inizio del 2010. Si tratta dell’undicesimo stop tenendo conto anche dei problemi alla caviglia destra e a quella sinistra. Il Papero sarà costretto a stare lontano dai campioni da gioco per almeno un mese, che notoriamente, diverrà il classico mese e mezzo. Il bollettino medico recita . «Distrazione al bicipite della coscia destra» e la società rossonera inizia seriamente a preoccuparsi. Pato è infatti diventato un vero e proprio caso che non fa dormire sonni tranquilli a nessuno in quel di Milanello. Lo si capisce chiaramente dalle parole rilasciate ieri dall’amministratore delegato Adriano Galliani che a margine dell’assemblea in Lega A ha annunciato un vertice per capire proprio il problema dell’attaccante brasiliano che dal 2008 al 2009 non ha mai patito alcun infortunio e che di colpo, nel 2010, ha iniziato a stopparsi ogni “tot”. A preoccupare maggiormente la dirigenza rossonero nonché lo staff medico è il fatto che si tratti del sesto infortunio allo stesso muscolo, il flessore della coscia destra, in poche mesi. Un vero e proprio rebus all’Agatha Cristie che è costato dal 2010 ad oggi il posto anche a diversi componenti dello staff medico rossonero, notoriamente, uno dei migliori al mondo nel settore calcistico e non solo. Si mormora che il problema muscolare sia dovuto alla forte crescita degli ultimi mesi, 8 chili e 8 centimetri più in poco tempo, ma era già stato fissato un programma ad hoc tenendo conto delle molteplici variabili, che è però nuovamente fallito. Con l’infortunio di Pato il Milan e soprattutto Massimiliano Allegri si ritrovano in completa emergenza in vista in particolare della sfida di Champions League di settimana prossima quando i rossoneri voleranno nella Repubblica Ceca per sfidare il Viktoria Pilsen. Pur tenendo conto della modestia dell’avversario c’è il rischio di una figuraccia visto che il Milan potrà contare su un solo attaccante, Antonio Cassano, che di certo non è una prima punta e non può fare reparto da solo.

Allegri non ha inserito in lista El Shaarawy e Pippo Inzaghi e con grande probabilità chiamerà qualche giovanotto della Primavera, ma la paura rimane.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori