CALCIOMERCATO/ Milan, Ibrahimovic e Cassano coppia magica, per Pato un futuro nebuloso

- La Redazione

La grande intesa fra Ibrahimovic e Cassano rischia di emarginare dal progetto di Allegri Alexandre Pato. Il giovane brasiliano è fermo ai box e con lo svedese il rapporto non è alle stelle

pato_azione_R375x255_22feb10
Pato

CALCIOMERCATO MILAN – Se ancora vi fossero dei dubbi la sfida di ieri sera fra il Milan e il Viktoria Plzen ha evidenziato per l’ennesima volta la grande intesa fra Ibrahimovic e Antonio Cassano. I due attaccanti rossoneri si cercano, si trovano a meraviglia, si intendo alla perfezione, e alla fine, riescono sempre a concretizzare le loro azioni. Fu così contro la Lazio, quando segnò Ibrahimovic, su assist di Cassano, e quando gonfiò la rete anche il fantasista barese. La storia si è ripetuta ieri: prima gol dello svedese su calcio di rigore e poi grande assist dell’ex blaugrana per l’ex Sampdoria, che davanti al portiere ha insaccato con un colpo sotto. Una coppia perfetta per il Milan che fa tornare il sorriso a Massimiliano Allegri, costretto in queste ultime settimane a effettuare gli straordinari per mettere insieme un 11 titolare degno dell’avversario. Tutti contenti in casa rossonera, o quasi. C’è infatti un Alexandre Pato che rischia di diventare un vero e propri caso in quel di Milanello. Il giovane attaccante brasiliano, seppur un enorme talento a livello mondiale, rischia di vedersi ancora una volte relegato in panchina proprio per via della grande intesa fra i due suddetti. Il brasiliano sembra in perfetta sintonia con Cassano, molto meno (storicamente) con Ibrahimovic. Capita spesso di vedere lo svedese richiamare con parole a volte irripetibili il giovane compagno di reparto. Non si può inoltre dimenticare lo stato fisico precario dell’ex Internacional di Porto Alegre che come una costante incappa spesso in infortuni muscolari che lo obbligano a stare lontano dai campi da gioco per almeno un mese e mezzo. Negli ultimi anni sono stati ben 11 gli stop del giovane rossonero, una situazione davvero preoccupante visto che a Milanello non riescono a trovare una soluzione. Se l’ipotesi cessione non è all’ordine del giorno è chiaro che in via Turati qualcuno ci starà, seppur timidamente, pensando. Nel 2009 l’amministratore delegato Adriano Galliani ha rifiutato un’offerta monstre (circa 50 milioni di euro) da parte del Chelsea ma è chiaro che se in estate dovesse ripresentarsi un’occasione del genere il numero due rossonero ci potrebbe riflettere più e più volte.

 

La forte intesa fra Cassano e Ibrahimovic potrebbe infatti spingere la dirigenza a cedere il Papero per assicurarsi un altro paio di innesti in attacco di spessore da tenere in panchina o comunque da far ruotare con i vari titolari, senza dimenticarsi naturalmente della presenza di Robinho e del giovane El Shaarawy: tempi duri per il Papero!



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori