CALCIOMERCATO/ Milan, Allegri a 360°: da Montolivo ad El Shaarawy passando per il contratto

- La Redazione

Intervista di Massimiliano Allegri a Tuttosport. Il tecnico livornese tocca moltissimi argomenti tra cui il mercato di riparazione che aprirà i battenti il prossimo 3 gennaio

allegri_milan_R375x255_21set10
Massimiliano Allegri (Foto: ANSA)

CALCIOMERCATO – Bell’intervista rilasciata dall’allenatore del Milan, Massimiliano Allegri. A due giorni dalla supersfida Juventus-Milan il quotidiano torinese Tuttosport si è intrattenuto con il tecnico rossonero. Moltissimi gli argomenti trattati fra cui, come un classico, il mercato. A tre mesi dall’inizio ufficiale del calciomercato invernale, e a poco più di un mese dalla fine di quello estivo, sono moltissimi i calciatori che già occupano i taccuini dell’amministratore delegato Adriano Galliani. Fra questi, sottolineato in rosso, vi è il nome di Riccardo Montolivo. Nonostante smentite pubbliche il centrocampista della Viola sembra sia destinato a vestire la casacca dei campioni d’Italia a partire dal prossimo 3 gennaio, quando apriranno le liste. Allegri, però, non si sbilancia eccessivamente: «Mercato invernale? E’ presto per parlarne, quando avrò recuperato gli infortunati saremo in 24: il numero giusto. Montolivo? Se arriva gente non la caccio…». La Fiorentina starebbe cercando di trattenere il giocatore almeno fino alla fine del contratto, datata 30 giugno del 2012, ma il suo procuratore, Giovanni Branchini, starebbe lavorando senza sosta per presentarsi al cospetto della Viola con un’offerta che soddisfi tutte le parti in gioco. Sulle tracce di Montolivo non vi è naturalmente solo il Milan ma anche Juventus, Inter, Napoli e alcune società straniere capitanate da Arsenal e Bayern Monaco. Non è da escludere che si scateni una vera e propria asta. I rossoneri sono però in pole position essendo stati i primi ad interessarsi del regista di Caravaggio e soprattutto perché rivedono in quest’ultimo il grande Andrea Pirlo. In estate, intanto, è sbarcato a Milanello il giovane El Shaarawy, talento che ha già fatto vedere qualche numero: «Ha qualità, ma deve capire che la differenza tra serie B e A è enorme. Deve stare con i piedi per terra e vincere prima di diventare un fenomeno». Con l’Udinese la prima rete stagionale che i tifosi e soprattutto la dirigenza sperano sia la prima di una lunga serie. Infine si parla anche del contratto dello stesso Allegri. Nonostante la vittoria dello scudetto al primo colpo la scadenza è sempre la stessa, 30 giugno 2012. Il tecnico livornese non sembra però preoccupato: «Non ho ancora rinnovato: ci siamo dati la mano, senza parlare di cifre. I contratti li fa la società, si va lì e se ne discute. Aspetto Galliani».

Difficile pensare che il Milan esoneri Allegri al termine della stagione in corso a meno naturalmente di clamorosi colpi di scena. Anche se non dovesse bissare il successo del 2010-2011 l’allenatore dovrà convincere la dirigenza con un bel gioco e soprattutto cercando di avvicinarsi il più possibile ai traguardi prefissati.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori