CALCIOMERCATO/ Milan, Pato delude contro l’Inter, il PSG è nei pensieri e San Siro fischia…

- La Redazione

Delusione Alexander Pato contro l’Inter nella partita di ieri. Il Papero, partito dal primo minuto, è apparso come al solito lontano dagli schemi di gioco e il PSG rimane alla finestra…

Pato.jpg
Alexandre Pato, attaccante Milan (Foto Infophoto)

CALCIOMERCATO – Si è conclusa sicuramente non nel migliore dei modi la settimana di Alexander Pato, forse la più complicata da quando veste la casacca del Milan. Dopo essere stato ceduto al Paris Saint Germain e poi quasi “riacquistato” dalla società di via Turati, il Papero ha deluso le attese nel derby, perso per 1 a 0 contro l’Inter. L’allenatore rossonero Massimiliano Allegri, fresco di prolungamento del contratto fino al 2014, ha voluto spazzare ogni dubbio circa la poca fiducia nel Papero, schierando quest’ultimo dal primo minuto per la gara, forse più importante da inizio campionato, lasciando in panchina l’amato Robinho. Ma la stracittadina milanese, che sicuramente nei sogni del brasiliano nonché dell’allenatore avrebbe dovuto essere diversa, ha reso evidenti i problemi di un passato non troppo lontano, in particolare, quelli relativi al giovane attaccante. Poco concreto, a parte un paio di serpentine senza troppo decisione, ma soprattutto, lontano dal gioco della squadra. Si è inoltre confermato lo scarso feeling tra l’ex Internacional di Porto Alegre e Ibrahimovic visto che i due non hanno collezionato neanche un’azione degna di nota. Un momento sottolineato ulteriormente dall’ingresso in campo sia di Robinho quanto di El Shaarawy, visto che i due, in pochi minuti, hanno confezionato forse l’azione più limpida dei rossoneri per gonfiare la rete nerazzurra. Andando ad analizzare i numeri della stagione 2011-2012 appare evidente come i problemi esistano, eccome. Pato ha segnato fino ad oggi una sola rete in campionato più due in Champions League. Del finale del 2011 ci si ricorda solamente della magia contro il Barcellona, al Camp Nou, dopo pochi secondi dal fischio iniziale, poi il nulla. Resta sempre la solita difesa d’ufficio; il ragazzo ha potenzialità enormi e qualità sopra la norma: ma quando si materializzeranno a San Siro tutti questi pregi? I tifosi sono rimasti basiti da quanto stava avvenendo, il famoso “scambio” Pato-Tevez, ma nel contempo rimangono basiti anche di fronte a tali prestazioni del Papero che non può più permettersi di sbagliare, proprio in vista delle manovre di mercato. E nel frattempo c’è un PSG che ride di nascosto.

In Francia, e soprattutto a Parigi, sono in molti quelli convinti che l’idea di vedere il giovane brasiliano con la casacca rossoblu non sia ancora decaduta del tutto e tali prove aiutano sicuramente il lavoro degli uomini di mercato transalpini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori