GRAN GALA’ AIC 2011/ Ibra miglior giocatore, El Shaarawy giovane della B, ecco tutti i vincitori

Si è tenuto ieri a Milano il Gran Galà del Calcio Aic al Teatro Dal Verme di Milano. Premiati i migliori calciatori del panorama calcistico italiano. Migliore in assoluto è Ibra

24.01.2012 - La Redazione
Ibrahimovic_BracciaR400
Zlatan Ibrahimovic, attaccante Milan (Foto Infophoto)

GRAN GALA’ AIC – Si è tenuto ieri sera al Teatro Dal Verme di Milano, il Gran Galà del Calcio Aic (diretta su Sportitalia), gli oscar assegnati al calcio italiano relativi all’anno 2011, da poco concluso. Molti e svariati i premi, la maggior parte, come scontato, conquistati del Milan, squadra che l’hanno scorso ha trionfato e che ha chiuso l’anno solare ai vertici della classifica. Naturalmente, il riconoscimento più importante, è quello al miglior giocatore assoluto che va come da copione a Zlatan Ibrahimovic. In platea c’è anche il commissario tecnico della nazionale inglese, Fabio Capello, che commentando il 2011 di Ibra esclama: «Ibra o Van Basten? Ho avuto la fortuna di allenarli entrambi. Marco Van Basten era un grande finalizzatore, giocava per il gol e per la squadra, Ibrahimovic a volte è più fantasioso. Tutti e due fanno la differenza». Parole non da poco che inorgogliscono ancora di più il diretto interessato reduce da una prima metà stagione 2011-2012 semplicemente fantastica. Dicevamo di un Gran Galà all’insegna del rossonero. Proprio così perché dopo Zlatan Ibrahimovic premiato anche il tecnico Massimiliano Allegri come Miglior Allenatore. Al giovane attaccante Stephan El Shaarawy, altro componente della società meneghina, va invece il premio per il miglior giovane della Serie B, per quanto di buono fatto vedere con la casacca del Padova. Diversi campioni d’Italia anche nella Top 2011, la migliore formazione in assoluto del calcio italiano. In porta va Samir Handanovic, che supera Buffon, difesa composta da Christian Maggio sulla destra, Thiago Silva, Alessandro Nesta e Andrea Ranocchia in ex aequo, e sulla sinistra la sorpresa Armero. Centrocampo da urlo con Marek Hamsik al fianco di Kevin Prince Boateng, Claudio Marchisio/Thiago Motta (altro ex aequo). Infine, tridente delle meraviglie con Zlatan Ibrahimovic affiancato da Edinson Cavani e da Totò Di Natale. Tanto Milan quindi ma anche tanto Udinese (ben tre componenti) e tanto Napoli. Soltanto uno invece il giocatore della Juventus, bocciata per l’annata negativa 2010-2011. Fra gli altri premiati ci sono anche Alessandro Del Piero e Fabio Cannavaro, Premio alla carriera, e Nicola Rizzoli, come Arbitro dell’anno.

Infine, riconoscimento speciale per il ct Fabio Capello, a cui è stato consegnato da Sportitalia il Premio della critica, e per Giampaolo Pozzo, presidente dell’Udinese, società che più si è distinta nella scorsa stagione.

I commenti dei lettori