CALCIOMERCATO/ Milan, Pato-Robinho, chi verrà sacrificato per Tevez? Ecco gli indizi…

Fortemente Tevez. E’ questo il motto che da alcuni giorni capeggia a Milanello, quartier generale del Milan. Uno tra Robinho e Pato potrebbe lasciare il club rossonero a giugno.

06.01.2012 - La Redazione
Pato.jpg
Alexandre Pato, attaccante Milan (Foto Infophoto)

Fortemente Tevez. E’ questo il motto che da alcuni giorni capeggia a Milanello, quartier generale del Milan. Adriano Galliani è in Brasile a godersi le sue vacanze di lavoro. Già, perchè l’amministratore delegato del Milan non si è fermato un istante, soprattutto perchè in questi giorni è stato messo al corrente delle mosse dell’Inter per Tevez. Galliani desidera ardentemente il calciatore sudamericano, sa che uno come l’Apache potrebbe rinforzare ancora di più l’attacco del Milan. Così tra un pranzo e un altro ha avuto modo di pensare alla nuova offerta da presentare al City. Una formula originale di cui abbiamo già parlato in mattinata. L’obbligo di riscatto di Tevez è subordinato alla cessione di un calciatore del Milan entro il 31 agosto 2012. Come dire, Tevez arriva subito e a giugno cediamo un giocatore che possa compensare l’acquisto del giocatore. Quindi possiamo togliere tranquillamente quei giocatori che non arrivano a 20 milioni di euro di valutazione economica. Premettendo che sia Thiago Silva che Ibrahimovic sono intoccabili, non restano che i vari Boateng, Robinho e Pato. Ma il primo non è sul mercato anche perchè a centrocampo il Milan non vuole cedere nessuno semmai dovrà comprare in estate. Restano in due, Robinho e Pato. Due brasiliani tanto diversi tra di loro. Il primo è un pupillo di Allegri, ha 27 anni, gioca per la squadra con movimenti importanti, duetta bene con Ibrahimovic ma segna poco, molto poco. L’altro invece non ha un buon rapporto con Allegri, ma è sicuramente uno dei preferiti dal patron Berlusconi (e non solo per la storia d’amore con la figlia Barbara). Pato ha 22 anni e ha già segnato tanto, solo che con Ibra non lega molto in campo ed è spesso fermato da molti infortuni. Su Robinho c’è il Santos che nell’estate del 2012 vorrebbe acquistare il suo ex gioiello per festeggiare al meglio il centenario del club. Il Milan potrebbe guadagnare circa 20 milioni di euro. Su Pato invece c’è mezza Europa, dal City al Real Madrid e soprattutto il Psg che vorrebbe acquistarlo adesso. A gennaio però il Papero non si tocca. Per Pato il Milan chiede invece 45 milioni di euro, con una possibile plusvalenza di circa 23 milioni di euro. Un vero affare dal punto di vista economico.

Ma bisogna anche mettere in preventivo che si potrebbe cedere un ragazzo di 22 anni con potenzialità mostruose che ha già segnato un sacco di reti. Fosse per Allegri sceglierebbe lui come sacrificio per Tevez, cosa penseranno Berlusconi e Galliani?



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori