CALCIOMERCATO/ Milan, Galliani studia Pastore: in cambio di Pato si può fare…

- La Redazione

Il Milan spettatore interessato del flop Javier Pastore. L’ad rossonero Galliani potrebbe offrire Alexandre Pato in cambio del trequartista argentino…

psg_leonardo_pastoreR400
Javier Pastore, 23 anni, qui con Leonardo il giorno della presentazione al PSG (INFOPHOTO)

Non soltanto Ezequiel Lavezzi fra le stelle deludenti del Dream Team Paris Saint Germain. Nel mirino della critica vi è infatti anche Javier Pastore, il primo vero top player assicuratosi dal club parigino durante l’estate del 2011. Dopo un lungo tira e molla alla fine i transalpini erano riusciti ad assicurarsi il gioiello argentino versando nelle casse del Palermo la cifra monstre di 42 milioni di euro. Peccato però che a quasi un anno e mezzo dal suo sbarco sotto la Tour Eiffel il talentuoso albiceleste abbia deluso le attese e i critici transalpini si interrogano se il nazionale argentino valga veramente quanto investito. 42 milioni di euro è infatti una cifra record, e permette a Pastore di salire sul gradino più basso del podio nella classifica degli affari parigini, dietro alla superstar Thiago Silva (circa 50 milioni di euro di operazione) e Lucas, pagato 45 milioni di euro e in arrivo durante il prossimo mercato di gennaio. La prima annata parigina si è chiusa con 13 reti e cinque assist, un bottino tutto sommato positivo, ma nelle prime uscite del campionato 2012-2013 ha deluso le attese, firmando un solo gol e due assist. Può essere che Pastore sia stato oscurato dalla stella di Ibrahimovic, o che soffra per una posizione in campo non esattamente funzionale alle sue caratteristiche; la verità è che nemmeno lo scorso anno, nonostante le cifre, il talento argentino godeva di troppo favore presso la stampa francese. Ibrahimovic è un forte catalizzatore di gioco e la squadra concentra la potenza di fuoco su di lui, dimenticandosi degli altri; se da una parte è in grado di valorizzare giocatori “normali” (leggasi Nocerino), dall’altra si erge a leader tecnico della squadra e di conseguenza gli altri creatori di gioco e finalizzatori ne risentono. Resta il fatto che la permanenza di Pastore al Parco dei Principi potrebbe essere già in bilico e pare vi sia un Milan spettatore interessato al flop dello stesso. I rossoneri sono notoriamente dei grandi estimatori del ragazzo, fin dai tempi di Carlo Ancelotti. Un trequartista farebbe più che comodo per il gioco attuale di Allegri viste le recenti incertezze di Kevin Prince Boateng (che tra l’altro sembra interessare al Bayern Monaco). Come fare per imbastire un’operazione di tale portata? Ecco che torna in ballo il nome di Alexandre Pato. Se il campione brasiliano dovesse deludere nuovamente le attese da qui fino al prossimo 31 dicembre a quel punto il ragazzo potrebbe essere proposto…

… a Carlo Ancelotti, che lo stima moltissimo, ottenendo in cambio appunto Pastore. Uno scambio di cartellini o magari di prestiti con diritto di riscatto, fatto sta che l’idea starebbe circolando nella mente dei piani alti di via Turati, dopo che lo scorso gennaio il suo trasferimento alla corte del PSG fu bloccato all’ultimo per volere del presidente Berlusconi. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori