CALCIOMERCATO/ Milan, Canovi: Guardiola in arrivo? Difficile perché… (esclusiva)

- int. Dario Canovi

In esclusiva a Ilsussidiario.net, l’agente Fifa Dario Canovi parla del possibile arrivo di Guardiola al Milan: sembra che Berlusconi voglia inviare Galliani e convincere il tecnico catalano

guardiola_barcellona_manoR400
Josep Guariola, 41 anni, allenatore attualmente senza squadra (INFOPHOTO)

Grandi manovre di calciomercato per il Milan in vista della prossima stagione. L’era Allegri dovrebbe terminare a giugno se non prima, il presidente Silvio Berlusconi non ha mai manifestato un grande feeling con il tecnico toscano. Il Milan quest’anno ha dovuto cedere i gioielli più preziosi per risanare un bilancio in lacrime, Ibrahimovic e Thiago Silva sono sempre stati importanti per le vittorie dei rossoneri. In questi giorni si parla molto di un possibile arrivo di Pep Guardiola sulla panchina del Milan: il tecnico catalano la scorsa estate ha deciso di lasciare il Barcellona, dopo aver vinto tutto, perché stanco delle continue pressioni. Un anno sabbatico per ricaricare le pile, anche se il diretto interessato non ha ancora deciso se ritornare o meno nel calcio l’anno prossimo. Il Milan non vuole ripetere l’ultima fase di insuccessi, Berlusconi ha volgia di riportare il Milan in alto e per farlo avrebbe chiesto al braccio destro Adriano Galliani di chiedere la disponibilità al tecnico spagnolo. Ma arrivare a Guardiola non sarà facile. L’ex allenatore del Barcellona ha offerte importanti da alcuni club inglesi. Per questo l’agente Fifa Dario Canovi, intervistato in esclusiva da Ilsussidiario.net, ha dichiarato: “Non credo a un suo arrivo in Italia. Credo che le possibilità siano poche, anche perché Guardiola ha offerte molto allettanti che arrivano dall’Inghilterra. Lui vuole un club in grado di poter primeggiare nel proprio Paese e in Europa. Non si accontenterebbe di vincere solo nel campionato italiano“. Per arrivare a Guardiola il Milan dovrebbe fare investimenti importantissimi. Berlusconi vorrà affondare le mani nel portafoglio? Secondo Canovi no: “Il problema è che i club italiani non vogliono e non possono ritornare a fare grandi investimenti. Per questo credo poco all’arrivo dell’allenatore catalano al Milan“. Ora bisognerà capire se Berlusconi vorrà davvero puntare all’arrivo di Guardiola a Milanello nella prossima stagione. Il Milan difficilmente ridarà fiducia ad Allegri dopo quest’anno. I rossoneri volgiono di puntare su un progetto nuovo che quasi certamente porterà al divorzio dal tecnico toscano. Per Guardiola però le cose sono molto complicate, il tecnico spagnolo non arriverà senza un esborso importante di denaro.

Guardiola potrebbe annunciare il suo ritorno nel mondo del calcio verso marzo. La panchina del Chelsea potrebbe essere una delle alternative anche se il “nostro” Di Matteo sta facendo davvero bene in campionato. Ma con Abramovich non c’è niente di sicuro.

 

(Claudio Ruggieri)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori