CALCIOMERCATO/ Milan, Yarmolenko occasione low cost: un altro ucraino a Milanello?

- La Redazione

Il Milan torna sulle tracce dell’esterno d’attacco della Dinamo Kiev e della nazionale ucraina, Andriy Yarmolenko. Il giocatore andrà in scadenza al 30 giugno del 2013

Yarmolenko_R400
Andriy Yarmolenko, 22 anni, attaccante della Dinamo Kiev (Foto Infophoto)

A poco meno di tre mesi dall’apertura ufficiale del calciomercato invernale di gennaio aumentato i rumors di calciomercato riguardanti il Milan. Non solo a livello dirigenziale, con i dubbi sulla posizione di Galliani (clicca qui per saperne di più), ma anche verso il parco giocatori. La società di via Turati, con grande probabilità, interverrà durante la finestra di riparazione, visti i molti problemi evidenziati in questo primo scorcio di Serie A 2012-2013. Molti sono i nomi accostati ai rossoneri e fra questi è tornato di moda nella ultime ore l’idea Andriy Yarmolenko. L’indiscrezione era già circolata la scorsa estate, quando l’attaccante ucraino si mise in mostra durante gli Europei in patria. Ora sembra che il Milan volgia stringere l’obiettivo approfittando del contratto in scadenza al 30 giugno del 2013 e del conseguente possibile acquisto low cost. Yarmolenko, attaccante esterno in forza alla Dinamo Kiev, è considerato in patria il vero erede di Shevchenko, autentica leggenda rossonera negli anni ’90 e 2000. Stessa nazionalità, stessa squadra di provenienza, tasso tecnico simile anche se in ruolo diverso (attaccante più esterno rispetto a Sheva): tredici anni dopo l’Usignolo di Kiev il Milan sogna il nuovo colpaccio ucraino. Classe 1989, Yarmolenko potrebbe rappresentare una vera e propria occasione di calciomercato: gratis a giugno o tutt’al più spendendo una cifra ridotta (5 milioni?) durante la finestra invernale. Se il Milan vorrà insistere sul modulo 4-3-3 Yarmolenko sarebbe sicuramente un acquisto opportuno, vista la sua adattabilità a tale schema nelle vesti di punta esterna. Pazzini e soprattutto Bojan Krkic finiranno sotto la lente d’ingrandimento da qui fino a gennaio; il Pazzo ha regalato la tripletta di Bologna poi si è un pò smarrito mentre il talentuoso spagnolo ha avuto poche chance di dimostrare il proprio valore. Diversa invece la situazione legata a Pato, ancora fermo ai box e destinato a tornare in campo solamente in vista del match contro la Lazio, in programma dopo la pausa per le nazionali. Se il brasiliano dovesse incappare in nuovi infortuni se ne potrebbe valutare la cessione, anche se gli acquirenti sarebbero da verificare, e in ogni caso l’acquisto di un altro attaccante sarebbe ancor più necessario. Yarmolenko non è una stella di primo livello ma rappresenta un investimento di prospettiva pressochè certa, e di questi tempi riuscire ad acquistarlo a basso prezzo o addirittura a zero sarebbe un affare. Anche il futuro di Robinho è incerto (clicca qui per saperne di più): nervoso per i risultati deludenti il giocatore è fortemente tentato da un ritorno in patria, verso il suo Santos, che l’anno prossimo…

…vuole festeggiare il centenario con un grande colpo di calciomercato. Tutti sotto esame quindi e l’unico intoccabile sembra essere per ora El Shaarawy, tentato dal Manchester United ma blindato da Galliani. Vedremo se il Milan deciderà di puntare forte su Yarmolenko, prelevandolo già a gennaio o comunque bloccandolo per giugno: nel caso i rossoneri potrebbero sicuramente avvalersi della mediazione di Shevchenko.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori