SERIE A/ Palermo-Milan (2-2): cronaca e tabellino con marcatori e ammoniti (decima giornata)

- La Redazione

Palermo e Milan offrono uno scoppiettante 2-2. I padroni di casa si vedono soffiare la vittoria di mano dopo il doppio vantaggio. La cronaca e tabellino di Palermo-Milan di Serie A

Bojan_Milan_Champions
Bojan Krkic, terzo gol in campionato (infophoto)

Palermo e Milan offrono uno scoppiettante pareggio. Al Barbera termina 2-2. I padroni di casa si vedono soffiare la vittoria di mano dopo che le reti di Miccoli e Brienza avevano illuso i tifosi sugli spalti. Il Milan però ha avuto la forza di rialzarsi e trovare un pareggio insperato visto la prestazione decisamente sottotono del primo tempo. Il pareggio non giova a nessuna delle due squadre. I rossoneri rimangono ancorati all’undicesimo posto, mentre il Palermo sosta in piena zona retrocessione.
Il Palermo di Gasperini prende in mano ben presto la partita, relegando il mal capitato Milan nell’angolino del ring. Un po’ timida a inizio gara, la truppa sicilian prende coraggio e si affaccia in are avversaria dopo pochi minuti. La giostra Ilicic-Brienza-Miccoli però pur viaggiando a un ritmo insostenibile per gli avversari non riesce a concludere. La prima vera occasione giunge al quarto d’ora quando un’imprecisione di Pato fa scattare il contropiede rosanero. Ilicic lancia in velocità Miccoli, il quale si porta a spasso Bonera, ma non riesce a trovare la porta con un tiro a incrociare. Il capitano del Palermo si carica senza problemi il peso dell’attacco provandoci da calcio da fermo. La sua conclusione trova Amelia pronto, ma poco lucido. La goffa parata in due tempi risulta comunque efficace. Pochi minuti dopo l’asso salentino ci riprova cercando di capitalizzare un errore di Constant, ma il suo tiro sorvola la traversa. Gli ospiti si risvegliano intorno alla mezzora, ma il tiro dalla distanza di Nocerino e la schiacciata debole di El Shaarawy non impensieriscono Ujkani. Miccoli ci riprova con una punizione dal limite, ma il suo tentativo sfiora soltanto il palo alla sinistra di un impietrito Amelia. Nel finale, Miccoli viene pescato in area da un lancio di Edgar Barreto. L’ex Juve controlla palla e crossa verso il centrale. Il braccio di un ingenuo Abate è in traiettoria e Rizzoli non può che decretare il penalty. Miccoli dagli undici metri fa secco Amelia e porta i siciliani all’intervallo sul parziale di 1-0.
All’inizio della seconda frazione di gioco il pugile rossonero è ancora frastornato e confuso dai colpi subiti. L’avversario ne approfitta dopo due minuti raddoppia. L’azione di Palermo si stende da destra verso sinistra. Rios serve Brienza che punta l’area e indisturbato arriva al tiro dai 25 metri. Precisione chirurgica e il 2-0 è servito. Mentre il Barbera accarezza il ritorno ai tre punti il puglie frastornato si risveglia e più indemoniato che mai orgogliosamente reagisce. Allegri stravolgel a squadra passando a un 4-2-1-3 con Emanuelson, Pazzini e Bojan che rilevano Flamini, Yepes e Pato. Lo spagnolo, in particolare, è una furia e dopo pochi attimi semina tre avversari e arriva al tiro dal cuore dell’area. Ujkani però si fa trovare pronto e respinge. La partita la fa solo il Milan con i padroni di casa dediti a un’attenta fase difensiva. Anche l’ingresso di Emanuelson dà più linfa all’attacco riaccendendo le fasce. L’olandese rischia di trovare il gol con una punizione magistrale dai 35 metri che però trova Ujkani pronto alla respinta. Il gol è nell’aria e matura al 69esimo. Bojan minaccia di entrare in area, poi ci ripensa e serve Montolivo libero in area. Il tiro del centrocampista di Caravaggio è deviato sul primo palo, beffando il portiere avversario. I rossoneri controllano il campo, mentre il Palermo non riesce a uscire dalla propria metà campo. La rete del pareggio arriva quindi all’80esimo. Montolivo serve Abate sulla destra. Dalla tre quarti parte un cross che trova indeciso Ujkani nella respinta. Il pallone giunge sui piedi di El Shaarawy che da posizione non facile si coordina e trova il gol che garantisce il pareggio. La settima rete in campionato proietta l’italo-egiziano in vetta alla classifica marcatori. Nel finale le due squadre sono stanchissime e non succede più nulla. (Francesco Davide Zaza – twitter@francescodzaza)

PALERMO-MILAN 2-2 (Primo tempo 1-0)
MARCATORI: Miccoli (P) su rigore al 46 p.t.; Brienza (P)al 2′, Montolivo (M) al 24′, El Shaarawy (M) al 35′ s.t..
PALERMO (4-2-3-1): Ujkani; Munoz, Donati (dal 6′ pt Von Bergen), Mantovani, Morganella; Barreto, Arevalo Rios; Garcia (dal 22′ st Cetto), Ilicic, Brienza (dal 12′ st Giorgi); Miccoli. (Benussi, Viola, Dybala, Bertolo, Zahavi, Labrin, Budan, Kurtic, Pisano). All.: Gasperini.
MILAN (3-4-3): Amelia; Mexes, Bonera, Yepes; (dal 7′ st Pazzini); Abate, Montolivo, Flamini (dal 1′ st Emanuelson), Nocerino; Constant, Pato (dall’8′ st Bojan), El Shaarawy. (Abbiati, Muntari, Acerbi, Zapata, Ambrosini, Emanuelson, De Jong, Gabriel). All.: Allegri.
ARBITRO: Rizzoli di Bologna

NOTE – Ammoniti Bonera, Flamini, Garcia, Cetto, Mexes e Constant per gioco scorretto. Angoli: 7-1 per il Milan. Recuperi: 1′ e 4′.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori