CALCIOMERCATO/ Milan, Robinho per arrivare a Felipe Anderson. Paredes e Takahashi: idee “esotiche”

- La Redazione

Il Milan studia diversi calciatori in vista delle prossime finestre di trattative. In Argentina piace moltissimo il nuovo Riquelme, Paredes. In Giappone, invece, seguito Takahashi

galliani_milan_tribunaR400
(INFOPHOTO)

Sondaggi a tutto campo quelli dell’amministratore delegato rossonero, Adriano Galliani. In vista del calciomercato di gennaio, nonché di quello della prossima estate, il numero due del Milan sta perlustrando in lungo e in largo il globo in cerca della possibile occasione ma soprattutto del calciatore “da Milan”. Nel mirino, non soltanto il buon Vecchio Continente, ma anche il Sud America e l’estremo Oriente. In Argentina, ad esempio, sta facendo un gran parlare di se il 18enne Leandro Daniele Paredes, l’ennesima scoperta del Boca Juniors. Una serie di grandi prestazioni in patria e subito l’etichetta di nuovo Riquelme, un titolo “nobiliare” non da poco vista la stima dei tifosi di Buenos Aires per l’ex centrocampista di Villarreal e Barcellona. Il gioiello di San Justo unisce tecnica, qualità e grande visione di gioco. Può essere schierato nel ruolo di seconda punta nonché in quello di trequartista e secondo quanto raccoglie Calciomercato.com nella recente sfida giocatasi alla Bombonera fra il Boca Juniors e il San Martin, sugli spalti vi erano alcuni osservatori rossoneri, in missione argentina proprio per studiare da vicino quest’ennesimo talento sudamericano. Paredes è sceso in campo nella ripresa, al posto di Rivero, giocandosi tutto il secondo tempo e non deludendo le attese. Già nazionale Under-15 e Under-17, il talentuoso albiceleste pare sia nel giro anche della Seleccion e la chiamata potrebbe arrivare a brevissimo. Attualmente il suo valore si assesta attorno ai 10 milioni di euro ma non è da escludere che il suo prezzo possa lievitare a vista d’occhio viste le società sulle sue tracce. Altro nome nuovo è quello di Hideto Takahashi, calciatore nipponico in forza al club di Tokyo. Secondo alcune indiscrezioni circolanti nelle ultime ore pare che Galliani stia facendo visionare tale centrocampista non ancora 25enne che a breve dovrebbe ricevere la chiamata del commissario tecnico Alberto Zaccheroni per la nazionale giapponese. E’ considerato uno dei migliori calciatori dell’estremo oriente e sulle sue tracce, oltre al Milan, vi sarebbero diverse società europee, su tutte i tedeschi del Borussia Monchengladbach e dell’ Amburgo. Chissà che alla fine non sia proprio il ct del Giappone, ex allenatore del Milan, a permettere ai rossoneri di aprire un canale preferenziale con la società di Tokyo per imbastire un’operazione. Attenzione anche alla situazione di Robinho, attaccante brasiliano che gioca nel Milan. La situazione di Robinho non è delle più chiare al Milan, anche perché sembra che Allegri non lo veda più come un titolare inamovibile. Con gli addii di Ibrahimovic e Thiago Silva, il brasiliano ex Santos, Real Madrid e Manchester City sembra aver perso qualcosa anche perché il rapporto con lo svedese è sempre stato importante. Il calciatore brasiliano potrebbe tornare in patria esattamente al Santos. No, questa volta Ganso non c’entra nulla anche perché il giocatore brasiliano è passato al San Paolo. Nel mirino del Milan c’è Felipe Anderson, trequartista brasiliano classe ’93 che piace moltissimo al club rossonero e anche ad altre squadre europee. Un giocatore molto dotato dal punto di vista tecnico, capace di essere decisivo nonostante non abbia neanche 19 anni. Il Milan potrebbe dare il benservito a Robinho che non ha mai nascosto l’intenzione di voler tornare al Santos dove ha iniziato la propria carriera e dove ha mostrato il proprio talento. Il club sudamericano dovrà dare l’ok all’operazione che potrebbe avvenire a giugno.

Il Milan quindi ha voglia di puntare ancora una volta sui giovani per questo ha nel mirino dei calciatori importanti e di talento. Nella rosa ci sono già giocatori di un certo calibro come El Shaarawy De Sciglio, ragazzi che nonostante la giovanissima età stanno dimostrando di avere grande personalità.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori