CALCIOMERCATO/ Milan, i consigli per gli acquisti di Aldair e quella “dritta” su Thiago Silva…(video)

- La Redazione

Aldair Nascimento do Santos, storico ex libero della Roma, ha fatto una panoramica sui migliori difensori brasiliani del momento, a partire da Thiago Silva che anni fa suggerì a Galliani…

aldair_primo_pianoR400
Aldair Nascimento do Santos, 47 anni, ex difensore di Roma e Genoa (INFOPHOTO)

A occhio e croce, di difensori dovrebbe intendersene, soprattutto se brasiliani. Nascimento do Santos, libero carioca classe 1965, in Italia con le maglie di Roma e Genoa (più incidentalmente): stiamo parlando di Pluto Aldair, uno dei difensori stranieri più forti che la nostra serie A abbia mai accolto. Intercettato dai giornalisti in occasione di una conferenza stampa in Brasile, l’ex numero 6 giallorosso ha parlato dei suoi “eredi”. I difensori brasiliani: una razza apparentemente a rischio d’estinzione nella terra del futbol samba, ma sempre produttrice di ottimi interpreti. A cominciare da Thiago Silva, il più forte difensore del mondo. A suo riguardo Aldair ha svelato un retroscena risalente ai tempi della Fluminense, quando l’ad del Milan, Adriano Galliani, ebbe bisogno di un consulto con chi in Italia aveva già avuto un certo successo. Non solo: Aldair ha consigliato un paio di connazionali ai club nostrani. Nomi già rimbalzati dalle nostre parti, come Anderson Vital da Silva, detto Dedè, ventiquattrenne stopper del Vasco da Gama. Fu proprio Dedè ad essere ipotizzato come successore rossonero di Thigo Silva, dopo la cessione di quest’ultimo al Paris Saint Germain dello scorso luglio. L’altro nome è meno sponsorizzato, ma non per questo meno quotato in Sudamerica: si tratta di Rever Humberto Alves Araujo, conosciuto solo col primo nome e capitano dell’Atletico Mineiro. Il consiglio di Aldair sembra una garanzia sufficiente per un difensore che a ventisette anni potrebbe davvero essersi scaltrito abbastanza per tentare il grande salto al di qua dell’oceano, sempre che in Brasile lo lascino partire. Un indizio già l’abbiamo, e si chiama Leandro Castan: il centrale della Roma, minore solo un anno di Rever, è sbarcato dal Corinthians da pochi mesi e già recita con buona disinvoltura, in un contesto non propriamente facile come quello giallorosso. Se ce l’ha fatta lui, come si suol dire, forse vale la pena di scommettere anche su Rever, che peraltro in estate era stato seguito dalla Lazio. Senza considerare che come lo stesso Thiago Silva, anche Rever ha tentato una prima volta l’esperienza europea, avendo militato nel Wolfsburg per pochi mesi nel 2010. Poca fortuna per lui in Germania, così come non ne ebbe Thiago nella sua prima avventura nel vecchio continente, tra Porto e Dinamo Mosca. Rispetto a Dedè, che costa di più e ha un anno in più di contratto (l’accordo col Vasco scade nel 2015), Rever ha una valutazione di calciomercato più abbordabile, attorno ai 4-5 milioni di euro, e un accordo contrattuale più corto,  a scadenza 2014. Aldair ha valutato la situazione difensiva della nazionale brasiliana, che recentemente ha licenziato l’allenatore Mano Menezes. In vista dell’appuntamento immancabile, i Mondiali casalinghi del 2014, la federazione verdeoro ha deciso di affidarsi ad un altro allenatore, che sarà annunciato a gennaio. Attualmente la selezione Pentacampeao annovera diversi giovani talenti, da Neymar a Lucas passando per Oscar e Casemiro, ma forse manca di una valida spalla difensiva per Thiago Silva. Potrebbe essere David Luiz? Aldair si è espresso valutando il momento del giocatore del Chelsea, molto considerato dagli addetti ai lavori ma alle prese con qualche problema di natura tecnica. Certo l’età è dalla sua (25 anni), ma in Brasile non vorranno sentire ragioni: con ragazzini o vecchie rocce, con o senza allenatore, il mondiale andrà vinto…





© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori