DIRETTA/ Catania-Milan live (1-0 p.t., serie A 2012/2013): la partita in temporeale

- La Redazione

Catania in vantaggio sul Milan al termine del primo tempo: decide un gol di Legrottaglie dopo 11 minuti, solito gol subito dai rossoneri su palla inattiva. Meglio gli etnei, più ordinati.

catania_legrottaglie_lodi_marcheseR400
Foto Infophoto

Tutto confermato nel Catania, con Salifu a completare il terzetto di centrocampo e Bergessio schierato al centro dell’attacco. Nel Milan invece spazio a Boateng nel ruolo di “falso centrvanti”, e ad Acerbi al fianco di Mexes nella coppia difensiva. La partita equilibrata nei primi minuti. La prima percussione è di Bergessio, anticipato dalla pronta uscita di Amelia al 4′. Un minuto dopo è Andujar che deve uscire di testa fuori area, per anticipare El Shaarawy lanciato da Montolivo. Al 6′ il primo tiro in porta: porta la firma di Kevin Prince Boateng, che raccoglie un tocco di Robinho al limite e scarica un buon sinistro rasoterra, non angolato abbastanza però, Anujar si stende sulla sinistra e para. Al 10′ un cross di El Shaarawy, ben controllato in avvio, attraversa l’area e si perde sul fondo; sul ribaltamento De Sciglio chiude in scivolata sullo scatto di Castro, che inizialmente gli era andato via in velocità. Ma sul corner seguente Nicola Legrottaglie svetta indisturbato sul secondo palo e trafigge Amelia con uninzuccata perentoria (11′). I giocatori del Milan danno l’impressione di marcare a zona: Legrottaglie arriva dal limite dell’area e batte il portiere con quello che è il suo marchio di fabbrica. Al 16′ un altro lungo cross sul secondo palo scavalca la difesa del Milan, ma Almiron tocca debolmente di testa e manda a lato. Il Milan si mantiene aggressivo ma il Catania sfrutta l’inerzia del vantaggio restando compatto ed unito tra i reparti. Al 21′ Constant trova una buona accelerazione saltando due uomini sulla sinistra, ma il suo cross in area trova la pronta uscita di Andujar ad anticipare Boateng. Al 24′ una punizione di Alimron dai 30 metri si perde abbondantemente alta. Al 25′ Boateng smarca bene Montolivo sul lato sinistro dell’area, ma il cross del numero 18 rossonero viene respinto in corner da Legrottaglie. Il Milan tende a mancare di precisione nell’ultimo passaggio, a ridosso dell’area catanese dove pure arriva con una certa fatica. Al 31′ l’arbitro Orsato deve redarguire l’allenatore del Catania, Maran, dicendogli: “Parlo io”. Al 32′ Boateng allega al limite per Robinho, il cui cross accende una mischia in area risolta dalla rovesciata “liberatoria” del solito Legrottaglie. Al 36′ De Sciglio libera l’area piccola, dopo una paio di incertezze di Acerbi e Constant che avevano favorito il tiro cross di Bergessio. I giocatori del Milan si impegnano ma si producono talvolta in un giropalla fine e sè stesso, senza sviluppi verticali interessanti. Al 40′ viene ammonito il catanese Barrientos per simulazione (“tuffo” dopo presunto contatto con De Jong). Al 44′ Andujar deve uscire nuovamente fuori dalla propria area, per sventare di testa un gran lancio in profondità di Montolivo, che avrebbe premiato il buon movimento di El Shaarawy. All’ultimo minuto di gioco Lodi calcia una punizione da destra, tagliandola direttamente in porta, sul primo palo: Amelia è attento e blocca in tuffo. Finisce il primo tempo e il vantaggio del Catania può definirsi meritato: il Milan ha creato una maggiore molle di gioco ma non è riuscita a convertirla in occasioni da gol, anche per l’attenta sorveglianza del Catania.

VOTO CATANIA 6,5 Squadra molto compatta e attenta in fase di copertura, che concede pochi varchi dopo aver trovato il vantaggio.

MIGLIORE IN CAMPO CATANIA Legrottaglie 7 Gol e chiusure attente. Segnalazione anche per un Salifu molto ordinato.

VOTO MILAN 5,5 Impegno indiscutibile ma poca fantasia per scardinare la resistenza avversaria

MIGLIORE IN CAMPO MILAN De Sciglio 6,5 Attento in fase difensiva (concede solo un corner in recupero, che sfortunatamente è quello del gol), attivo in quella offensiva.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori