DIRETTA/ Milan-Malaga live (Champions League 2012-2013, girone C): la partita in temporeale

- La Redazione

La diretta di Milan-Malaga, partita valida per la quarta giornata del girone C della Champions League 2012-2013: segui e commenta la partita dei rossoneri in temporeale a partire dalle 20.45

bojan_milanR400
Da sinistra Bojan Krkic, 22 anni, Kevin Prince Boateng, 25, e Massimo Ambrosini, 35 (INFOPHOTO)

Milan-Malaga è la partita di questa sera valida per la quarta giornata del girone C della Champions League 2012-2013. Il match è molto importante per il Milan, che ha quattro punti in classifica ed occupa la seconda posizione del raggruppamento, l’ultima valida per qualificarsi agli ottavi. Vincendo questa sera i rossoneri potrebbero affrontare gli ultimi due impegni del gruppo con molta più tranquillità, anche se la qualificazione prevedibilmente non si deciderà prima dell’ultima giornata. Dal canto suo il Malaga ha meno preoccupazioni di classifica: gli spagnoli comandano il girone con 9 punti e in caso di successo raggiungerebbero il passaggio del turno con largo e sorprendente anticipo. Ragion per cui è giusto pensare che la squadra allenata da Manuel Pellegrini farà di tutto per vincere questa sera e lasciare il Milan in grosse difficoltà. Un eventuale risultato di parità tra Milan e Malaga sarebbe certamente più utile agli spagnoli, più avanti in classifica, mentre costringerebbe il Milan a sperare in un risultato favorevole nell’altra partita del girone C. L’arbitro di Milan-Malaga sarà l’inglese Howard Webb, uno dei migliori a livello internazionale, assistito dai guardalinee Mullarkey e Cann e dai giudici di porta Oliver e Taylor. Il fischio d’inizio di Milan-Malaga è previsto per le ore 20.45, la partita si giocherà allo stadio San Siro.

Per il Milan quello di questa sera è un appuntamento da non fallire. Adriano Galliani ha sottolineato il peso della partita col Malaga pur sostenendo che non si tratta di un dentro-fuori: “Il match è importante ma non decisivo, ci saranno comunque altre due gare da disputare“. Probabile che l’amministratore delegato rossonero si riferisca soprattutto allo scontro diretto con lo Zenit San Pietroburgo, ultima partita del gruppo in programma il prossimo 4 dicembre. Tuttavia questa sera si pensa solo al Malaga e a riscattare la sconfitta dell’andata. In campionato la situazione si è in parte rasserenata, le ultime tre partite hanno portato sette punti e qualche indicazione positiva sul piano del gioco. Dopo vari esperimenti Massimiliano Allegri sembra intenzionato a dare fiducia al modulo 4-2-3-1. La difesa a quattro garantisce maggiore equilibrio alla manovra rossonera che al contempo può avvalersi di maggiore fantasia e dinamicità tra centrocampo e attacco, grazie al lavoro dei fantasisti a supporto dell’unica punta. A tal proposito, la formazione titolare dovrebbe riservare una novità: Alexandre Pato (clicca qui per le probabili formazioni complete). Pare che Allegri voglia puntare sul brasiliano in luogo di Pazzini, reduce da novanta minuti contro il Chievo nei quali ha ritrovato finalmente il gol che mancava dalla seconda giornata. Urge tornare a vincere anche in Champions League, dopo le prime tre gare in cui sono stati raccolti quattro punti. Nell’unica gara casalinga il Milan ha pareggiato per 0-0 contro i belgi dell’Anderlecht, offrendo una prestazione deludente. Va detto però che quella partita capitò in un momento molto complicato per il Milan, diverso rispetto all’attuale in cui si comincia ad intravedere un barlume di rinascita. In casa il Milan ha già perso tre volte quest’anno, sempre col punteggio di 0-1 (contro Sampdoria, Atalanta e Inter). Secondo Stefano Eranio, ex giocatore rossonero che abbiamo intervistato in esclusiva, sarà importante che la difesa trovi in fretta automatismi migliori per non vanificare il lavoro di centrocampisti ed attaccanti, che spesso devono dare una mano in fase di ripiego (clicca qui per l’intervista integrale). Nelle ultime cinque partite della Liga il Malaga ha raccolto due vittorie, contro Betis Siviglia (4-0) e Valladolid (2-1), entrambe in casa; poi un pareggio (0-0 contro l’Espanyol) e due sconfitte, a Madrid contro l’Atletico (1-2) e nell’ultima giornata, in casa contro il Rayo Vallecano (1-2). I ragazzi di Pellegrini non stanno forse attraversando il loro periodo migliore ma due settimane fa hanno dimostrato di avere le risorse e l’energia per mettere in difficoltà il Milan. Javier Saviola, attaccante della formazione spagnola, ha dichiarato che il Malaga arriverà a San Siro senza paura e c’è da credere che sarà così, in virtù della maggior leggerezza mentale dei ragazzi di Pellegrini, forti di un’ottima classifica. Ora però è il momento di cedere la parola al campo: Milan-Malaga sta per cominciare…

Risorsa non disponibile



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori