CALCIOMERCATO/ Milan, il padre di Robinho allontana il Santos: resterà in rossonero

- La Redazione

Gilvan de Souza, padre di Robinho, ha allontanato le voci di calciomercato che vogliono il figlio in predicato di tornare al Santos: a suo dire non c’è motivo che l’attaccante lasci il Milan

robinho_rigoreR400
Momento importante per il futuro di Robinho (INFOPHOTO)

La vicenda di Robinho sta accendendo il calciomercato del Milan. Sembra che il brasiliano stia per ritornare al Santos. Ma nelle ultime ore è intervenuto suo padre, il signor Gilvan de Souza. Che, intervistato dal sito esporte.uol.com, ha fatto chiarezza: “Non serve continuare a illudere i tifosi del Santos, bisogna dire la verità: Robinho non se ne andrà dal Milan. Il Milan ha già venduto altri attaccanti, e non venderà Robinho. Robinho è già stato avvicinato a tante squadre, ma non c’è niente, resterà al Milan. E’ felice, sta giocando e guadagna regolarmente: non ha motivi per andarsene“. Parole dolorose per i tifosi del Santos, che aspettano ancora il ritorno di Robinho come regalo per il centenario del club, che cade quest’anno. Questo però non significa che il club brasiliano non tenterà nuovamente di acquistare Robinho. Come ci ha ricordato l’agente FIFA Sabatino Durante, esperto di calciomercato sudamericano, in Brasile è appena iniziato il periodo delle compravendite: il Santos perciò non ha fretta, e potrà cercare di raccogliere ulteriori fondi per formulare un’offerta stuzzicante per Robinho e per il Milan (clicca qui per saperne di più). Per adesso i rossoneri non sembrano volersi schiodare dalla richiesta di 10 milioni di euro. Nonostante le decise parole del padre la cessione di Robinho resta una possibilità, anche alla luce di quanto ha detto Mino Raiola dopo Milan-Reggina (clicca qui per saperne di più). Bisogna considerare che Robinho ha un ingaggio alto, di circa quattro milioni di euro -lo stesso, tra l’altro, che avrebbe chiesto al Santos in caso di ritorno. Il suo contratto con il Milan scade nel 2014: cedendolo adesso i rossoneri potrebbero incassare una buona cifra per un giocatore che tra un mese avrà ventinove anni, evitando inoltre di allungare uno stipendio pesante. Senza contare che i rumors di calciomercato ipotizzano il coinvolgimento nell’operazione del giovane Felipe Anderson, trequartista di talento in rampa di lancio, come contropartita tecnica. E lo stesso Sabatino Durante ha segnalato come al Milan farebbe assai bene un altro giocatore del Santos, il centrocampista…

Arouca, perfetto per sostituire l’infortunato De Jong. Insomma, le carte da giocare non mancano al Milan nella trattativa, nè le possibilità di guadagno. Ma questo è un altro discorso. La notizia è che il padre di Robinho vede il futuro di suo figlio solo rossonero. Qualcosa vorrà pur dire ma è difficile che la la trattativa di calciomercato si areni qui.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori