CALCIOMERCATO/ Milan, Miele (ag.FIFA): scambio Sneijder-Boateng? I presupposti ci sono, ma… (esclusiva)

- int. Mario Miele

L’agente FIFA Mario Miele, esperto di calciomercato ed ex procuratore di Kevin Prince Boateng, parla dello scambio ipotizzato con l’Inter tra il ghanese e Wesley Sneijder, quasi in vendita

boateng_crampiR400
Kevin Prince Boateng, 27 anni, centrocampista ghanese del Milan (INFOPHOTO)

Le ultime indiscrezioni di calciomercato riguardanti il Milan coinvolgono Wesley Sneijder e i cugini nerazzurri. Si ipotizza infatti uno scambio con il Milan, con Sneijder in rossonero e Kevin Prince Boateng in maglia nerazzurra. Certo ci sono i rumors che danno anche il Tottenham interessato all’acquisto di Wesley Sneijder (clicca qui per saperne di più), ma un passaggio di sponda sui navigli che avrebbe davvero del clamoroso, ma che ha anche qualche precedente che autorizza a pensare che non sia del tutto “fantacalcistico”. Attualmente il ghanese guadagna circa tre due milioni e mezzo di euro, e io suo contratto scade nel 2014. Diversa la situazione di Sneijder, che ha uno stipendio di sei milioni all’anno sino al 2015. Proprio questo è stato il pomo della discordia tra il centrocampista e l’Inter, che vuole abbassare l’ingaggio del suo numero 10 che sfora i nuovi parametri societari. Di questo passo Sneijder potrebbe essere ceduto già nel prossimo calciomercato di gennaio. Nelle ultime ore il presidente nerazzurro, Massimo Moratti, è intervenuto nuovamente sulla questione dichiarando: “Il calciomercato non dipende dalla situazione di Sneijder, credo che andremo avanti con un’attenzione particolare all’economia della società“. Che può voler significare: l’Inter non vorrebbe cedere Sneijder ma se l’olandese non si abbassa lo stipendio finirà sul calciomercato. Lo scambio con Boateng potrebbe mette d’accordo Inter e Milan? Lo abbiamo chiesto in esclusiva all’agente FIFA Mario Miele, esperto di calcioemrcato ed ex procuratore del ghanese del Milan. Ecco le sue impressioni.

Scambio: Sneijder al Milan, Boateng all’Inter. Chi ci guadagna? (Ride) e’ dura stabilirlo. Lo scambio risponderebbe ad esigenze diverse. Sneijder è un trequartista puro, mentre Boateng è più atipico. E’ davvero difficile dire chi ci guadagna, dipende dalla esigenze tattiche dai due club.

Lei che ha conosciuto Boateng, crede che accetterebbe di trasferirsi all’Inter? Credo che il problema non si ponga, nel calcio di oggi certi discorsi non stanno più in piedi. Non sarebbe nemmeno la prima volta che avvengono scambi tra Inter e Milan, anche tra giocatori importanti. Se c’è la volontà dei club non vedo motivi di ostacolo a quest’operazione.

L’Inter sta dimostrando di poter vincere anche senza Sneijder: sul Milan e Boateng si può ipotizzare un discorso analogo? Credo che questo Milan possa fare a meno di Boateng, che non è più un giocatore indispensabile. Del resto i rossoneri hanno già rinunciato a Ibrahimovic e Thiago Silva, per cui possono fare a meno anche del ghanese. Il Milan comunque si muoverà a gennaio e a centrocampo, anche per la sostituzione di De Jong.

A tal proposito: il Milan deve rimpiazzare De Jong, ma anche all’Inter manca un uomo a centrocampo. Boateng potrebbe essere una soluzione per entrambe, come “mediano di qualità”? Direi proprio di sì, potrebbe essere perché ha le qualità per giocare anche in quel ruolo, più arretrato. Se viene inquadrato, disciplinato tatticamente può giocare anche più arretrato, lo ha già fatto in passato. Nello scambio con Sneijder bisognerebbe anche valutare il discorso dell’ingaggio però.

Si dice che Sneijder non serva a questo Milan, che gioca senza trequartista: è d’accordo?

E’ vero che il Milan sta giocando col 4-3-3, però io ritengo ancora Sneijder un giocatore importante. Si potrebbe adattare anche giocando largo nel trio d’attacco. Poi bisognerebbe vedere se i compagni lo accetterebbero, ci sono tante componenti di mezzo. In ogni caso non credo che lo scambio con Boateng sarà fatto.
Pensa che i due, soprattutto Sneijder, siano più destinati ad essere ceduti all’estero?
Credo che Sneijder sia più appetibile all’estero, anche per l’alto costo del suo ingaggio. Mentre non penso che Boateng possa andare via dal Milan nel prossimo futuro.

(Carlo Necchi)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori