CALCIOMERCATO/ Milan, Tontodonati: Weiss è seguito dai rossoneri, ma a gennaio… (esclusiva)

- int. Giovanni Tontodonati

Il giornalista sportivo GIOVANNI TONTODONATI commenta in esclusiva l’interesse del Milan per Vladimir Weiss, calciatore di 23 anni al primo anno nel Pescara, già autore di 3 gol in serie A.

Weiss_Pescara
Foto Infophoto

Vladimir Weiss può considerarsi un obiettivo di calciomercato del Milan. Questo anche alla luce delle parole di Mino Raiola, componenete del suo entourage, che dopo la partita del Milan contro la Reggina è stato intercettato dai giornalisti. E ha dovuto rispondere alle domande sui “suoi” giocatori, tra cui anche l’attaccante del Pescara. Riguardo ad un trasferimento futuro in rossonero, Raiola è stato possibilista, aggiunngendo che secondo lui Weiss è pronto per una grande squadra. Ma riavvolgiamo il nastro. Quando Massimiliano Allegri ha confermato, nella conferenza stampa di martedì, che Pato resterà in infermeria fino al 2013, molti tifosi del Milan si saranno messi le mani nei capelli, altri avranno scosso la testa con rassegnazione. Quello dell’attaccante brasiliano è un calvario: non si contano più gli infortuni muscolari che hanno tartassato il giocatore dal suo arrivo in rossonero. Lo scorso gennaio Galliani era riuscito a venderlo al Paris Saint Germain per arrivare a Tevez, ma l’intervento di Berlusconi aveva bloccato tutto. Oggi, a quasi un anno di distanza, il senno di poi impone di mangiarsi le mani. La realtà però non si può modificare; quello che si può fare è intervenire sul calciomercato e individuare un giocatore che lo sostituisca. In questo momento il Milan sta pensando a un giocatore dalle caratteristiche leggermente diverse, che con Pato ha in comune unicamente l’anno di nascita, il 1989. Si tratta proprio di Vladimir Weiss, attaccante esterno del Pescara, alla prima stagione in Italia dopo esperienze in Inghilterra, Scozia e Spagna. E’ stato acquistato dal Manchester City, ma con i Citizens ha giocato una sola partita e lo scorso anno era all’Espanyol. Giovanni Tontodonati, giornalista sportivo molto vicino all’ambiente del Pescara, ha commentato in esclusiva le voci che vorrebbero i rossoneri sulle tracce dello slovacco: “Abbiamo conferme che Weiss è seguito dal Milan”, dice in esclusiva a Ilsussidiario.net,  “settimana scorsa per la partita contro il Genoa era presente Roberto Bosco, ex calciatore del Pescara (tra il 1985 e il 1987, ndr) che ora lavora alle dipendenze del Milan come osservatore. Quindi, è vero che il Milan lo sta seguendo”. Dal punto di vista tecnico-tattico, come detto, è molto diverso da Pato che è più che altro un attaccante centrale – pur potendo giocare come seconda punta. Tontodonati sullo slovacco dice: “E’ un giocatore che ha 23 anni e in prospettiva potrebbe diventare un ottimo calciatore, molto adatto al nostro campionato perchè fisicamente si sta formando, e in più è rapido e ha il vizio del gol, avendo già segnato 3 gol in campionato. Contro il Genoa ha fatto anche due assist: è un giocatore completo”. Sulle possibilità che il Pescara possa venderlo già a gennaio, Tontodonati è scettico: 

“Non penso che a gennaio la società lo possa vendere, noi sappiamo che bisognerà aspettare la conclusione della stagione. L’accordo con il Manchester City prevede infatti che Weiss giochi questo campionato con il Pescara. Poi ci sono due alternative: se la squadra dovesse restare in serie A, avrebbe l’opportunità di riscattarlo (c’è un accordo per un altro anno, ndr). Se invece dovesse arrivare la retrocessione, a quel punto Weiss sarebbe libero di accasarsi dove meglio crede”. Il Milan dunque resta alla finestra per il calciatore slovacco, ma se ne parlerà a giugno. Intanto i rossoneri resteranno vigili sul mercato, non solo per un eventuale sostituto di Pato: bisogna anche pensare a rimpiazzare Nigel De Jong, che si è rotto il tendine d’Achille contro il Torino. Ad Allegri è venuta in soccorso, in questo caso, la mancata convocazione di Muntari per la Coppa d’Africa: il ghanese potrà essere a disposizione già a gennaio. 

 

(Claudio Franceschini)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori