PAGELLE/ Milan-Pescara (4-1): i voti della partita (serie A, 17esima giornata)

- La Redazione

Il Milan batte il Pescara 4-1 e centra la quarta vittoria consecutiva in campionato, dove rafforza la settima posizione e si porta a soli due punti dalla Roma. Sfortunato un buon Pescara.

el_shaarawy_balzanoR400
(INFOPHOTO)

Vince ancora il Milan, e sono quattro in fila. Oggi però non è stato tutto rose e fiori: vero che il punteggio è largo, ma la partita è stata in bilico fino alla fine, quando un buon Pescara si è suicidato con le sue stesse mani trovando la seconda autorete di giornata e poi subendo in contropiede il quattordicesimo gol stagionale di El Shaarawy. E’ la conferma che con Bergodi l’atteggiamento della squadra è cambiato, ma i risultati non arrivano. Allegri però deve ritenersi soddisfatto della prestazione dei suoi, anche per certe piccole cose.

Primo tempo non spettacolare, con un gol subito in partenza e poche altre occasioni da gol, firmate solamente Milan. Nel secondo tempo un altro Pescara è quello schierato da Bergodi, che gioca a viso aperto seza paura, accorcia le distanze e tiene sulle spine i tifosi milanisti fino al 70esimo minuto passato, riscchiando di pareggiare anche, colpendo un palo. Secondo tempo di partita da 8, il primo tempo da 5, media 7. Ci aspettavamo comunque una partita a senso unico, invece per merito del Pescara siamo anche rimasti sulle spine per quanto riguarda il risultato. Non siamo rimasti delusi dal pomeriggio di Milano.

Buona prestazione complessiva dei rossoneri, che sono rinati nell’ ultimo mese e mezzo. Primo tempo di calma assoluta, dopo il vantaggio immediato badano a tenere la palla senza rischiare nulla. Secondo tempo con troppi brividi, regala un gol al Pescara e rischia di prenderne un altro, poi molto cinicamente la chiude e vince tutto sommato meritatamente. Allegri può essere soddisfatto per un paio di dettagli: intanto, El Shaarawy continua a segnare (sono 14 in campionato), mentre torna al gol anche Nocerino che sembra tornato a giocare sui livelli della scorsa stagione.

Non gioca una brutta partita, ma è troppo distratta e immatura, subisce gol dopo 40 secondi, e regala altri due gol con due autoreti evitabilissime. Per il resto è riuscita a mettere in difficoltà un buon Milan, giocando ordinatamente e lasciando pochi spazi per la maggior parte della gara. Bergodi trae comunque indicazioni positive da come la squadra è rimasta in partita fino a metà del secondo tempo e ha sfiorato la rete in più occasioni. La strada imboccata è sicuramente quella giusta.

Arbitra ottimamente la gara, anche se aiutato dal fatto che è stata una partita corretta, non sbaglia una decisione.

Non colpevole sul gol, sbaglia solo sul tiro che colpisce il palo, per il resto buona prestazione, attento in uscita e tra i pali

Partita da sufficienza, non ai livelli delle scorse partite ma non sbaglia nulla sopratutto in fase difensiva

Un muro, una sicurezza, non sbaglia un intervento, solita grande prestazione del centrale colombiano

Con Yepes fa una grande coppia, nella difesa a 4 è una sicurezza, forse non è cosi quando il Milan ha giocato a 3 dietro

Sta prendendo sempre piu sicurezza nel ruolo da terzino, bene in fase difensiva ottima spinta in fase offensiva

Grande passaggio che smarca El Shaarawy sul primo gol, altre ottime giocate, ma nel secondo tempo cala, anche perchè rientra dopo un infortunio

Tantissime palle recuperate, tanta corsa, ma tanti errori in fase di impostazione

Secondo gol consecutivo, tanta corsa e tanto lavoro sporco

Grande primo tempo, brillante e fantasioso brutto secondo tempo, infatti sostituito

( entra al posto di Robinho e da fisicità a centrocampo e buoni spunti in fase offensive)

Non una grandissima prestazione, o meglio non ai livelli straordinari delle altre, ma comunque corre moltissimo, e arriva pericolsamente al tiro piu volte, e segna ancora, numeri incredibili per un ventenne ()

Si impegna tantissimo, grande lavoro di copertura di palla e di sponda, poco lucido in fase di realizzazione ()

Schiera bene la squadra in campo e fa in modo che non cali la concentrazione dopo il gol immediato

 

Mai colpevole sui gol, attento sui tiri da fuori, e bravo in uscita, non sbaglia nulla

Gioca bene sopratutto in fase difensiva, ordinato e carismatico

Nonostante i gol subiti, guidato da Terlizzi nei primi 70 minuti gioca bene e chiude bene gli spazi

Di testa sono tutte sue, marca bene Pazzini per quasi tutta la partita, e segna pure un goal

Corre tantissimo e supporta molto la fase offensiva, colpevole in marcatura sul primo gol e sull’ ultimo

Molto impegno e molta corsa, ma sbaglia parecchi passaggi.

Si vede pochissimo , meglio in fase difensiva in avanti si vede pochissimo

Ottimi inserimenti in fase offensiva arriva qualche volta al tiro, non una brutta prestazione

Era il piu attesto, osservato speciale del Milan, ma forse lo tradisce l’ emozione sbaglia molte cose elementari e si vede pochissimo

( Ad inizio secondo tempo fa di più di quello che ha fatto Weiss, ma si spegne pian piano)

Segna, ma nella porta sbagliata, non si vede minimamente in fase offensiva, non crea mai pericoli ()

Un fantasma, surclassato da Yepes e Zapata.

( Entra per dar qualcosa in più di Vukusic, invece riesce a far ancora peggio siglando un autogl)

Ha messo bene la sua squadra in campo, ma il gol all’ inizio gli ha rovinato i piani, anche se per tratti della partita si è visto un buon Pescara

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori