AC MILAN/ Di Carlo (ag.FIFA): Lewandowski? Ci sono due “nodi” di calciomercato da sciogliere (esclusiva)

- int. Gianluca Di Carlo

L’agente FIFA Gianluca Di Carlo, esperto di calcio polacco, valuta le voci che danno il Milan in corsa per l’acquisto di Robert Lewandowski, centravanti della Polonia che gioca nel Dortmund

esultanza_borussia_dortmundR400
Infophoto

Le ultime notizie danno anche il Milan interessato a Robert Lewandowski, attaccante polacco di 24 anni del Borussia Dortmund. Il Milan potrebbe acquistarlo grazie alle somme eventualmente incassate dalle cessioni di Robinho e Pato in Brasile, da cui potrebbe ricavare circa 30 milioni di euro. Una cifra che se messa sul piatto potrebbe indurre il Dortmund alla cessione del suo bomber, che negli ultimi anni si sta affermando come uno dei più prolifici del panorama europeo (30 gol la scorsa stagione tra Bundesliga a coppe, già 15 in quella in corso). La concorrenza per Lewandowski è ampia, e il Borussia Dortmund, isola felice del calcio tedesco, non è esattamente la squadra da cui scappare in questo momento. Tuttavia una possibilità sembra esserci, se è vero che il contratto dell’attaccante polacco scade nel 2014, tra un anno e mezzo, ed attualmente non si hanno notizie di un rinnovo. Anche la Juventus segue da tempo Lewandowski. Per un ragguaglio sulla situazione del giocatore ilsussidiario.net ha intervistato in esclusiva Gianluca Di Carlo, agente FIFA esperto di calcio polacco. Ecco le sue impressioni:

L’interesse del Milan per Lewandowski trova conferme dalle sue parti? Diciamo che non mi sorprende. Ma non penso che sia una cosa realizzabile o fattibile.

Perché? Recentemente Galliani ha ribadito che il Milan, per quelle che sono le politiche aziendali, i top player non li prende, ma li crea. Questo di fatto esclude un discorso di interesse per Lewandowski, che vada al di là della stima per il suo valore.

Il Milan non farà un’eccezione nemmeno se incasserà dalle possibili cessioni di Robinho e Pato? Possiamo metterci i fattori che vogliamo, ma se una società inizia un programma, come sta facendo il Milan, non torna indietro. Non penso che dopo aver sgravato il monte ingaggi della squadra andranno a pagare uno stipendio importante a un giocatore come Lewandowski. Che tra l’altro ha un contratto col Borussia Dortmund: bisogna mettersi d’accordo anche con il club. Vero che il Milan se vuole può comprare qualunque giocatore, ma adesso la politica è un’altra.

A proposito della situazione col Borussia: sa qualcosa in più sulla volontà del giocatore? Perché non gli si allunga il contratto per blindarlo?

Questo bisogna chiederlo anzitutto al suo agente polacco, e poi alla società. Su questo non posso rispondere. Quando ci si avvicinerà alla scadenza giocatore e club vedranno cosa fare. In ogni caso Lewandowski si trova molto bene al Borussia Dortmund.

Spostandoci dal Milan, ritiene che la Juventus sia una possibilità più concreta per il futuro di Lewandowski? Gli attaccanti di grande valore sono cercati da tante squadre. Il punto è capire cosa vuole fare Lewandowski col Borussia Dortmund: solo una volta sciolto quel nodo si riuscirà a capire se il giocatore resterà dov’è oppure no. Provate a immaginare: un giorno Lewandowski viene accostato alla Juventus, un’altro all’Inter, poi in Inghilterra o altrove in Germania. Ormai il suo agente non dà più smentite perché lo stesso Borussia Dortmund si è espresso al riguardo. Ad oggi comunque le voci sul futuro di Lewandowski risultano solo chiacchiericci.

 

(Carlo Necchi)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori