CALCIOMERCATO/ Milan, Pato-Corinthians ai dettagli ma il medico brasiliano accusa i rossoneri. Si pensa a Ilicic

- La Redazione

Si tinge di giallo il trasferimento di Alexandre Pato al Corinthians. I medici del club brasiliano hanno accusato i colleghi del Milan mentre il Papero avrebbe minacciato Galliani…

Ilicic_Milan
Josip Ilicic (Foto: Infophoto)

Adriano Galliani è in Brasile per cercare di chiudere le cessioni di Pato e Robinho: sembrava tutto facile, ma le cose si stanno complicando per diversi motivi. Per Robinho infatti il problema è il prezzo: il Milan chiede 10 milioni di euro e va considerato l’ingaggio dell’attaccante, che a Milanello prendeva 4 milioni l’anno e ora vorrebbe un ritocco a 5. Cifre che stanno spaventando le pretendenti, prima delle quali il Flamengo che si è già ufficialmente tirato fuori dalla trattativa. Anche il Sao Pauio si è ritirato, mentre restano vive altre piste tra cui quella che porta alla Fluminense, che ha vinto l’ultimo Brasileirao. Poi ci sono Santos e Atletico Mineiro: la prima è la squadra nella quale Robinho è cresciuto, è la principale accreditata al suo acquisto e infatti anche Galliani ha confidato che una possibilità c’è. Più defilata la squadra dello stato di Minas Gerais, dove gioca Ronaldinho: il presidente Kalil ha smentito di aver presentato un’offerta, ma il club resta alla finestra. Per Pato invece sembra tutto fatto: addirittura i media brasiliani hanno riportato un retroscena (di cui non si ha certezza sull’autenticità) secondo la quale Pato avrebbe minacciato il Milan di rimanere fino alla scadenza del contratto per poi partire a parametro zero se i rossoneri non lo avessero venduto al Corinthians. Al di là di questo episodio siamo veramente ai dettagli: mancano da stabilire durata del contratto e formula del pagamento, ma il Papero sarà un giocatore del Timao per 15 milioni di euro. Lo ha confermato anche il direttore tecnico del club brasiliano, Monteiro Alves: “Il primo incontro è stato ottimo, siamo molto fiduciosi. Nella prima settimana di gennaio spero di poter dare una bella notizia ai tifosi”. Il 3 gennaio è previsto un nuovo incontro, ma intanto anche qui il Milan deve affrontare un problema: quello legato alle parole del medico sociale del Corinthians, Joaquim Grava. La situazione legata al giocatore è ormai storia famosa: i continui infortuni muscolari che lo hanno tartassato negli ultimi due anni sono diventati un caso. Joaquim Grava ha voluto dire la sua: “Prima di andare in Italia Pato non si era mai infortunato, e in nazionale ha giocato diverse partite. Forse c’è qualcosa di sbagliato dove sta giocando adesso. Non è così semplice curare un giocatore, non è che se il dolore è scomparso si è guariti completamente”. Anche il sito Uol Esporte va contro i rossoneri, ricordando che il Milan rifiutò di far curare Pato in Brasile a inizio 2012. Sia come sia, la polemica è destinata a continuare, anche se non sembra inficiare la buona riuscita dell’operazione. Intanto il Milan pensa anche ad acquistare, non solo a vendere. Con la partenza di Pato e Robinho si verrà a creare un vuoto nel reparto offensivo, così Galliani sta studiando alcune soluzioni che possano 

L’indiscrezione viene seccamente smentita dal Milan anche perché, in queste ultime settimane, in particolare dopo lo sfogo dello stesso Pato post-Anderlecht, i rapporti con Gilmar Veloz sono stati frequenti.

… aumentare il tasso tecnico della rosa. Negli ultimi giorni l’ipotesi sulla quale starebbero lavorando i rossoneri è quella di Josip Ilicic. Lo sloveno è alla terza stagione a Palermo e, dopo un anno sotto tono agli ordini di Mangia e Mutti, sembra essersi ripreso e sta giocando vicino agli standard ai quali aveva abituato i tifosi alla sua prima esperienza in Sicilia. Ilicic potrebbe giocare nel tridente di Allegri come esterno a destra, oppure rappresentare una soluzione tattica diversa posizionandosi dietro due punte.Tuttomercatoweb.com ha però intervistato l’agente dello sloveno, Amir Ruznic, che ha rivelato come la pista Ilicic sia difficile da percorrere a gennaio: “Non so niente di questa voce, ma una cosa è certa: per come sta giocando, il ragazzo potrebbe tranquillamente andare in un top club. Sul suo futuro, però, dovete chiedere a Lo Monaco e Zamparini”. Ruznic ha aperto il Milan, ma con una precisazione: “Se il Palermo decidesse di cederlo, la volonta di Josip è quella di andare a giocare in una squadra importante, dando la priorità a quelle italiane. Allo stesso tempo però non credo che sia un’operazione fattibile in gennaio”. Ad ogni caso il Milan terrà d’occhio la situazione, cercando di capire se ci siano i margini per portare Ilicic in rossonero il prossimo mese.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori