CALCIOMERCATO/ Milan, parte Robinho, arriva Anderson?

- La Redazione

Il punto sulle trattative rossonere: con il via libera a Robinho, potrebbe arrivare in cambio dal Santos il promettente trequartista Felipe Anderson, da molti definito un sicuro talento

robinho_dessena_milan_cagliariR400
Robinho, 29 anni (Infophoto)

Come è ben noto ormai a tutti, il Milan si prepara a dire addio ai brasiliani Pato e Robinho. Per il primo, destinato al Corinthians in cambio di 15 milioni di euro, restano da sistemare soltanto alcuni dettagli, ma l’accordo è sostanzialmente già fatto. Discorso leggermente diverso, invece, per il secondo, anche se si può dire che il club grande favorito per accoglierlo (anzi, in questo caso riaccoglierlo) tra le proprie fila è indubbiamente il Santos, la prima società della carriera di Robinho. L’attaccante di Sao Vicente non prenderà parte agli allenamenti della formazione rossonera, che riprenderanno domani a Milanello. Il vicepresidente ed amministratore delegato Adriano Galliani, infatti, gli ha concesso il permesso di rimanere in Brasile per monitorare da vicino l’evoluzione delle trattative che lo riguardano. Pato, invece, sarà presente, ma per poco tempo. Già alla fine della prossima settimana, infatti, dovrebbe ripartire per San Paolo, dove lo aspettano a braccia aperte tifosi e dirigenti del Corinthians fresco campione del Mondo. Le cessioni dei due campioni brasiliani dovrebbero sbloccarsi il 3 gennaio (data ufficiale di riapertura dei trasferimenti), o poco dopo. Per quella data, infatti, Galliani si incontrerà con Corinthians e Santos per chiudere il tutto. Attenzione, però: non è detto che si chiuda del tutto il ‘filone’ verdeoro per il Milan. Da parte del Santos, infatti, potrebbe arrivare una proposta non nuovissima, ma destinata a tornare d’attualità. Per arrivare a Robinho, la società brasilana sarebbe disposto ad offrire in cambio il 19enne fantasista Felipe Anderson, già seguito dai rossoneri in diverse occasioni negli ultimi mesi. Anderson, prodotto del settore giovanile del Santos, è considerato uno dei talenti più promettenti del Brasile. Ha caratteristiche simili a quelle di Ganso, ma in prospettiva può diventare molto più forte. L’inserimento del ragazzo nell’affare, tra l’altro, potrebbe contribuire ad abbassare l’offerta economica (10 milioni di euro) richiesta dal Milan per cedere Robinho. Insomma, le strade di Robinho e del suo primo amore calcistico sembrano destinate a ricongiungersi. Gli altri club (in particolare Atletico Mineiro e Flamengo) sembrano ormai fuori dai giochi. Per il Diavolo, perdere in un sol colpo i due attaccanti brasiliani non sarà un colpo da poco. Servirà subito un’altra punta di livello, e Galliani dovrà inventarsi qualcosa per rilanciare il suo attacco.

Negli ultimi giorni sono girati anche nomi molto importanti, come l’ivoriano Didier Drogba e lo spagnolo David Villa, ma sono tutti obiettivi difficilmente raggiungibili, soprattutto dal punto di vista economico. Vedremo dunque cosa saprà fare la dirigenza rossonera, che pure sa di avere già in casa il tesoro più prezioso, cioè Stephan El Shaarawy. Nemmeno il Faraone, però, può bastare da solo.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori